I conti sono stati già chiusi, ma certo una vittoria farebbe ancora più comodo a Bologna. Che nella cornice al solito sold out della Segafredo Arena (che non se l’è sentita di lasciare sola i propri beniamini, in barba al venerdì santo) contro il Panathinaikos è pronta a spingere le Vu nere vero quella W che le garantirebbe l’accesso alla gara principale del play-in, blindando in una certa misura l’ottavo posto. Che magari non era l’obiettivo che strada facendo la Virtus si era immaginata, ma che resta pur sempre un traguardo importante per una squadra (vale sempre la pena ricordarlo) che a una settimana dal via ufficiale della stagione s’era ritrovata senza allenatore.

Pana in grande ascesa, ma Banchi ritrova Hackett La ricetta per fare il colpo: “Curare ogni dettaglio”

Pana in grande ascesa, ma Banchi ritrova Hackett

Contro il Pana, che sta vivendo certamente uno dei migliori momenti della sua annata (venerdì scorso le ha date di santa ragione al Barcellona), sarà battaglia su tutta la linea. Una battaglia che Luca Banchi e i suoi ragazzi vogliono vincere, perché l’opportunità di blindare un posto di riguardo nella post season è davvero troppo allettante per lasciarsela sfuggire. E poco importa se il sesto posto, l’ultimo che evita di doversi giocare i play-off al play-in, potrebbe diventare off limits nel caso in cui il Fenerbahce stasera dovesse battere l’Alba Berlino, fanalino di coda del torneo (quindi cosa abbastanza probabile).

A Banchi interessa di più ricevere risposte dai suoi ragazzi, per giunta nella serata in cui ritroverà quel Daniel Hackett che ha saltato le ultime gare per un guaio al ginocchio. Con Hackett ci sarà anche Isaia Cordinier, ormai a sua volta recuperato dal problema alla caviglia che lo aveva costretto a saltare le due gare recenti contro Stella Rossa e Brescia. Cacok unico indisponibile, Menalo e Mascolo (e quasi certamente Lomasz) fuori dalla lista dei 12 da consegnare al tavolo (palla a due alle 20,30, diretta Sky Sport e Dazn).

La ricetta per fare il colpo: “Curare ogni dettaglio”

Banchi ha spiegato che quella col Panathinaikos è forse la gara più importante di questa parte di stagione di per sé bella carica di impegni. “Chiaro che ci troveremo di fronte a un avversario che sta andando forte. Coach Ataman ha dato un’identità forte a questa squadra, che sa essere aggressiva in difesa e ben bilanciata in attacco. Di più: il fatto che vincendo a Bologna potrebbe agganciare il treno delle seconde in classifica (Monaco e Barcellona sono a una vittoria di distanza, ma hanno già giocato la terzultima gara della loro regular season) infonderà loro ulteriori motivazioni.

Noi dovremo cercare di essere perfetti in ogni cosa che faremo, curando ogni minimo dettaglio. Sono sicuro che la spinta del nostro pubblico potrà darci quello slancio ulteriore per cercare di arginare una squadra altrimenti fortissima”. In casa la Virtus in stagione ha vinto 12 volte su 15 gare: fare 13 stasera avrebbe un significato e un valore speciale.