Simone Bolelli e Andrea Vavassori raggiungono la seconda finale slam della loro fin qui incredibile stagione. La coppia azzurra ha eliminato in semifinale al Roland Garros la coppia testa di serie n°2 composta da Rohan Bopanna e Matthew Ebden, che li avevano battuti nell’atto conclusivo dell’Australian Open a inizio stagione. Adesso tocca a Jannik Sinner, Jasmine Paolini (ancora impegnata sia in singolare che in doppio) e Sara Errani provare a raggiungere l’ultimo atto a Parigi.

Bolelli e Vavassori battono Bopanna ed Ebden Chi trovano in finale? Sinner, Paolini ed Errani per il poker

Bolelli e Vavassori battono Bopanna ed Ebden

Se sul cemento – compresa la finale degli Australian Open di quest’anno – avevano sempre vinto Rohan Bopanna e Matthew Ebden contro Simone Bolelli e Andrea Vavassori, sulla terra la situazione appare completamente ribaltata. La coppia azzurra infatti ha bissato il successo ottenuto agli Internazionali d’Italia sui leader della race ATP di doppio vincendo anche in semifinale al Roland Garros (7-5 2-6 6-2) e centrando così la seconda finale slam della stagione.

Il primo è il set più combattuto, con Bopanna ed Ebden che rompono per primi l’equilibrio strappando la battuta nel quarto game, salvo però poi incappare in un brutto turno di servizio nel settimo gioco e farsi riprendere così dagli azzurri, che iniziano a crederci sempre più fino a ottenere il break decisivo nell’undicesimo game per poi chiudere il parziale sul 7-5 in quello successivo al servizio.

I successivi due set sono pressoché speculari tra loro, con Bopanna ed Eden che conquistano il secondo parziale con il risultato di 6-2 grazie a un break all’inizio e uno alla fine del set, senza rischiare praticamente mai nulla al servizio, e Bolelli e Vavassori che si impongono con lo stesso risultato nel terzo sempre grazie a due break (anche in questo caso uno all’inizio e uno alla fine) e gestendo anche loro i turni di battuta senza alcun problema.

Chi trovano in finale?

In finale al Roland Garros Bolelli e Vavassori affronteranno o Marcel Granollers (già finalista in doppio a Parigi nel 2014) e Horacio Zeballos oppure la coppia vincente della sfida valida per i quarti di finale – da cui usciranno gli avversari in semifinale dei parlanti spagnolo – tra i fratelli Tsitsipas (Petros e Stefanos) e Marcelo Arevalo e Mate Pavic, che avevano battuto gli azzurri agli ultimi Internazionali BNL d’Italia.

Sinner, Paolini ed Errani per il poker

Che questa edizione del Roland Garros sia già una delle più indimenticabili e importanti di sempre per il tennis italiano è poco ma sicuro considerando che ha regalato al nostro paese il primo numero uno al mondo. Ma oltre alla vetta del ranking raggiunta da Sinner, questo è anche il primo torneo dello slam in cui siamo riusciti a portare un rappresentante in semifinale in tutte le categorie – a esclusione del doppio misto -, risultato che, visto il successo di oggi di Bolelli e Vavassori, potrebbe essere ancora migliorato qualora Jannik dovesse battere Carlos Alcaraz domani nella semifinale del singolare maschile, Paolini prevalere su Mirra Andreeva nella semi di singolare femminile e la stessa Jasmine in coppia con Errani trionfare su Kostyuk/Ruse in quella del doppio femminile.