Non inizia al meglio la stagione sulla terra rossa di Lorenzo Musetti, che dopo le belle prestazioni messe in campo al Master 1000 Miami Open cede in due set all’esordio all’ATP 250 di Estoril contro il padrone di casa Nuno Borges, il quale incontrerà il vincente della sfida tra Arthur Fils e Cristian Garin ai quarti di finale. Per Musetti appuntamento al Master 1000 di Montecarlo, dove l’anno scorso raggiunse i quarti di finale.

Primo set: Borges rimonta Musetti Secondo set: Borges chiude la pratica Rimandata la vittoria n°100 per Musetti, Borges ai quarti

Primo set: Borges rimonta Musetti

Lorenzo Musetti parte molto bene tenendo i suoi primi due turni di servizio a zero e mettendo subito pressione a Nuno Borges, fino a rompere l’equilibrio nel quarto gioco quando strappa la battuta al suo avversario alla prima occasione utile. Il break è solo un illusione, visto che nel game successivo il carrarino perde un po’ l’iniziativa permettendo al portoghese di prendere campo fino a ottenere immediatamente il contro-break.

Il set prosegue in maniera tutto sommato equilibrata, con Musetti che prima salva una palla break nel settimo game con un dropshot millimetrico e poi se ne vede annullare due sul 6-5 in suo favore portando il parziale al tie-break, dove a trionfare è Borges grazie a un mini-break ottenuto grazie a un bel passante in rovescio in slice.

Secondo set: Borges chiude la pratica

Il secondo set si apre con un Musetti visibilmente demoralizzato che perde i primi dodici punti del parziale ritrovandosi subito sotto di un break. Successivamente Lorenzo riesce a uscire da quel vortice di errori continui mantenendosi vicino a Borges fino a conquistare una palla del contro-break nel settimo gioco, che però il portoghese annulla prontamente per poi chiudere l’incontro nel suo successivo turno di battuta con il risultato di 7-6 6-3 in poco più di un’ora e mezza.

Rimandata la vittoria n°100 per Musetti, Borges ai quarti

Niente da fare all’esordio sulla terra rossa per Musetti, che si arrende a Borges, il quale meno di un mese fa aveva sconfitto anche Matteo Berrettini in finale al Challenger 175 di Phoenix, in due set, mancando anche la vittoria numero 100 in carriera nel circuito maggiore. Il carrarino tornerà dunque in campo al Master 1000 di Montecarlo dove l’anno scorso aveva ottenuto la sua prima – e al momento unica – vittoria su il n°1 al mondo Novak Djokovic. Il portoghese invece attende l’esito della sfida tra Arthur Fils e Cristian Garin per scoprire il suo prossimo avversario ai quarti di finale.