Adesso è ufficiale: Matteo Berrettini tornerà in campo a inizio 2024, prenderà parte al primo Slam della stagione e proverà a tornare in fretta ai suoi livelli, quelli che l’hanno portato a sfiorare il trionfo nel 2021 a Wimbledon. Il campione romano ha annunciato di aver superato, ormai, i problemi fisici che lo hanno bloccato nell’ultima parte del 2023. In Australia ci sarà, anche se dovrà partire da una posizione di partenza poco felice nel main draw.

Berrettini, la speranza e l’obiettivo per il nuovo anno Australian Open, Berrettini ci sarà: l’annuncio La storia con Melissa Satta e l’intervento di Panatta

Berrettini, la speranza e l’obiettivo per il nuovo anno

Intervistato da TennisWorldItalia, Berrettini ha confessato quelli che sono i suoi auspici per il 2024, ammettendo di aver ricevuto una grossa “carica” dal trionfo dell’Italia in Coppa Davis a Malaga, dove era presente nelle vesti di tifoso e “consigliere” dei compagni:

Al 2024 chiedo di provare le emozioni che ho provato a Malaga e a Bologna durante la Davis. Quelle sensazioni vissute fuori dal campo voglio viverle anche in campo perché è quello che mi è mancato di più. Sgolarmi per i miei compagni mi ha fatto bene, spero di continuare ad arrabbiarmi per un colpo sbagliato e di esaltarmi per un vincente.

Australian Open, Berrettini ci sarà: l’annuncio

Il ritorno in campo ha finalmente una data, o almeno un periodo: gennaio. Queste le parole di Berrettini che confermano la sua partecipazione agli Australian Open e agli altri tornei che lo precedono:

Tornerò in Australia, ma sarà tutto più complicato. Sto bene, sono carico. La Davis ha lasciato in tutti noi grande entusiasmo, è una vittoria che parte da lontano, da tutte le sconfitte che ci hanno fatto male. Io ora rientrerò con i tornei in Australia ma con il mio ranking attuale sarà tutto più complicato.

La storia con Melissa Satta e l’intervento di Panatta

Intanto ha fatto discutere l’intervento di Adriano Panatta, che in un’intervista concessa a Il Riformista “ha difeso” a spada tratta Berrettini e la sua compagna, Melissa Satta, dagli attacchi degli haters. Qualcuno, infatti, è ancora convinto che alla base dei problemi fisici del tennista romano ci sia la relazione con la bella showgirl. Tutte sciocchezze, secondo “Adrianone”. Un appoggio e un incoraggiamento da parte di un grande del tennis italiano e mondiale che, senz’altro, avrà fatto piacere a Matteo.