È un week-end per intenditori veri, quello che attende gli appassionati di volley femminile. Perché in Serie A1 è già tempo di primi verdetti, sommari ma pur sempre tali da far capire meglio in che direzione si potrà andare nelle settimane a seguire. Del resto, sfide come Chieri-Conegliano e Milano-Scandicci non necessitano di troppe presentazioni: presto, anzi prestissimo per tirare le somme, ma per chi cerca un po’ di spettacolo e divertimento non c’è molto altro di più da chiedere.

Anche perché il tutto anticipa di una settimana l’appuntamento con il primo trofeo della nuova stagione, quella Supercoppa che a Livorno, sabato 28 ottobre alle 17,30, Conegliano e Milano si contenderanno nella prima sfida tra titani, remake peraltro della finale scudetto di cinque mesi fa. Ma allora Egonu era ancora in Turchia, e Santarelli doveva ancora fare incetta di trofei con la nazionale turca tra Nations League, Europeo e Preolimpico. Insomma, un antipasto da leccarsi i baffi. Con tanti motivi per tenere accesi i riflettori in un fine settimana per nulla banale.

Conegliano a Chieri: prove generali per pesare i sogniDove vedere in tv Chieri-ConeglianoIl big match: Egonu ospita AntropovaLe altre partite della 3a giornata di A1

Conegliano a Chieri: prove generali per pesare i sogni

La Prosecco Doc Imoco aprirà il programma della terza giornata andando a sfidare Chieri, che vincendo a Roma ha riscattato il ko all’esordio patito in casa contro Novara. Pronostico sbilanciato sulla carta a favore delle venete, che non potranno disporre di Loveth Omoruyi, ex di giornata (ma infortunata), mentre le piemontesi non rinunceranno per nulla al mondo a Ofelia Malinov, che a Conegliano è transitata nel 2016-17 conquistando una Supercoppa e una Coppa Italia.

A giocare a sfavore di Chieri c’è anche la cabala: tutte e 10 le sfide disputate tra le due formazioni hanno visto prevalere sempre e soltanto Conegliano. Che pure, per voce di Santarelli, non si sogna minimamente di abbassare la guardia o prendere sottogamba la sfida.

Dove vedere in tv Chieri-Conegliano

Andare a giocare a Chieri è difficile per tutti. Parliamo di una società che ha trovato una sua dimensione a livello continentale, e che anche in Italia ha saputo stabilmente inserirsi nelle posizioni di vertice. Se cercavamo un bel test prima della sfida di Supercoppa, beh, direi che questo è l’avversario che può fare al caso nostro. Noi veniamo da due buone gare che hanno portato 6 punti e che pure, come era logico che fosse, ci hanno detto che necessitiamo di un po’ di tempo per poter andare a regime. Ci siamo concesse qualche pausa, ma fa parte del percorso. Dovremo sfruttare ogni scenario si presenterà davanti ai nostri occhi: se Chieri, come penso, saprà metterci in difficoltà, per noi questa sarà una buona occasione per capire meglio in cosa c’è da migliorare

L’Imoco s’affiderà al solito alla Haak, che viaggia a 18 punti di media a partita (col 60% in attacco), aspettando di inserire progressivamente giocatrici come Wolosz e Bugg che sin qui hanno trovato minor spazio. Si gioca alle 18, diretta Rai Sport HD.

Il big match: Egonu ospita Antropova

Domenica, come logica vuole, fari puntati tutti sull’Allianz Cloud di Milano, dove alle 17,30 va in scena il primo confronto diretto tra Paola Egonu ed Ekaterina Antropova. Ridurre però Allianz-Savino Del Bene alla sola sfida tra le due opposte sarebbe riduttivo: è una gara che dirà tanto sia per Gaspari che per Barbolini, perché se il trono di Conegliano quest’anno può vacillare, molti ritengono che ciò potrà avvenire soltanto se a farlo saranno appunto Milano e Scandicci.

Per le padrone di casa la sfida vale anche e soprattutto come prova generale in vista della Supercoppa, con Egonu che sin qui ha fatto capire di essere già sulla strada giusta (44 punti con il 56% dal campo nelle prime due uscite: Antropova ne ha realizzati 42 col 45% di percentuale in attacco) e in generale la squadra che ha saputo adattarsi in fretta alle novità di formazione, con Daalderop e Sylla pienamente a loro agio e la sorprendente Candi vero valore aggiunto.

Scandicci dal canto suo non è rimasta a guardare: Antropova non è certo da sola, perché Herbots e Zhu sin qui hanno offerto a loro volta prestazioni assolutamente all’altezza del compito loro assegnato. Per essere solo alla terza giornata, la sfida promette già scintille: chi dovrà abbandonare la vetta dovrà farlo nella consapevolezza di poter apprendere quanto di più prezioso da un incrocio tra titani.

Le altre partite della 3a giornata di A1

Non avrà un compito facile Novara, reduce dalla vittoriosa campagna di Challenge Cup nella quale ha estromesso dalla competizione Casalmaggiore: per le ragazze di Lollo Bernardi, a punteggio pieno dopo due giornate, la trasferta di Pinerolo (reduce dalla vittoria al tiebreak a Firenze) è di quelle che possono nascondere più di un’insidia, anche per via di tanti impegni ravvicinati che in qualche modo hanno sottratto risorse ed energia all’Igor Gorgonzola. Nel secondo anticipo del sabato, occhio alla mina vagante Vallefoglia, che ospite di Cuneo proverà a ripetere l’exploit già mandato a referto la settimana scorsa a Bergamo.

Deve invece scrollarsi di dosso ansie e paure la UYBA di Julio Velasco, che va a caccia della prima vittoria stagionale al PalaTiziano di Roma, dove le padrone di casa a loro volta cercano il primo successo davanti al pubblico amico. Casalmaggiore vorrà dimenticare le tre sconfitte nell’arco di una settimana in cui è incappata contro Novara ospitando l’Itas Trentino, fanalino di coda (diretta SkySport domenica alle 19,30), mentre la sfida tra Il Bisonte e Bergamo servirà a una delle due per provare a prendere un po’ di slancio dopo un avvio di campionato oggettivamente complicato, specialmente per la compagine fiorentina.