La prossima estate sarà all’insegna del grande calcio internazionale con gli Europei di Germania previsti tra giugno e luglio. Ecco perché questa sosta per le nazionali è servita per riscaldare i motori e sperimentare qualcosa in vista della kermesse continentale. Ma c’è anche chi ha giocato per altri obiettivi, sempre importanti. Andiamo a vedere tutto quello che è accaduto con le amichevoli di ieri. Il risultato più importante lo hanno centrato proprio i tedeschi grazie al 2-0 col quale hanno regolato la Francia. Ma non ci sono solo belle notizie.

Germania bestia nera dei francesi Pareggi a reti bianche e infortuni La Croazia passa ai rigori. Bene l’Austria

Germania bestia nera dei francesi

Partiamo proprio dall’amichevole di Lione che ha messo di fronte la Francia di Didier Deschamps e la Germania di Julian Nagelsmann. I teutonici si sono confermati bestia nera dei vice-campioni del Mondo in carica. Meno di un minuto è bastato alla Mannschaft per sbloccare il risultato con il sigillo di Wirtz. Nella ripresa il tap-in facile facile di Kai Havertz dopo una bella giocata di Musiala. Sterile la reazione dei Blues, buoni a farsi vedere davanti in modo pericoloso solamente 2 volte con una traversa e una girata di Giroud.

Pareggi a reti bianche e infortuni

Terminano a reti bianche le amichevoli tra Irlanda e Belgio e tra Danimarca e Svizzera. L’Armata di Jack fallisce anche un calcio di rigore con Ferguson, mentre nella ripresa subisce la foga degli uomini di Domenico Tedesco, incapaci comunque di trovare la via del gol. Nell’altra gara, invece, più che le occasioni da rete sono gli infortuni a preoccupare. Prima quello di Sommer, costretto ad uscire a causa di un problema alla caviglia. Le condizioni del portiere dell’Inter verranno valutate quanto prima ma Inzaghi potrebbe essere costretto a fare a meno anche di lui oltre che di De Vrij e probabilmente Acerbi. Poi c’è stato anche uno stop per infortunio di Kjaer sebbene per il centrale rossonero non dovrebbe essere nulla di grave.

La Croazia passa ai rigori. Bene l’Austria

Finisce 0-0 pure l’incontro tra Tunisia e Croazia. Solo che in questo caso per stabilire un vincitore si va fino ai calci di rigore: i tiri dal dischetto premiano gli scaccati che vincono 5-4. Positiva la prestazione dell’Austria di Rangnick che batte 2-0 la Slovacchia di Francesco Calzona. Di Baumgartner e Schmid le firme del successo austriaco con i Falchi che ci hanno provato dominando nella seconda frazione di gioco ma senza mai colpire.