E’ stato scelto assieme ad Orsato a rappresentare l’Italia ai prossimi Europei in Germania Marco Guida, l’arbitro designato dall’Uefa per la semifinale di Conference League d’andata tra Aston Villa e Olympiacos, a conferma della grande stima di cui gode a livello internazionale. L’ultima sua uscita nelle coppe era stata nel match di Champions tra Atletico Madrid e Dortmund, quando ammonì 4 giocatori di cui tre in soli 5′, ma come se l’è cavata ieri il fischietto campano?

I precedenti di Guida con Aston Villa e Olympiacos L’arbitro ha ammonito due giocatori Aston Villa-Olympiacos, i casi da moviola

I precedenti di Guida con Aston Villa e Olympiacos

Due i precedenti con i greci, con una vittoria e un pareggio, nessuno con gli inglesi dell’Aston Villa.

L’arbitro ha ammonito due giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Meli e Peretti, con il lituano Rumšas IV uomo, Valeri al Var e Irrati all’AVar, l’arbitro ha ammonito in tutta la gara solamente due giocatori: Diaby (AV), Rodinei (O).

Aston Villa-Olympiacos, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Al 9′ l’Aston Villa va in rete con Bailey, ma il gol viene annullato da Guida per un presunto fallo in area di Watkins su Iborra. Sei minuti dopo altra svista del fischietto campano: assist di tacco di Chiquinho per El Kaabi, che mette dentro la palla dello 0-1. Guida annulla per fuorigioco ma il Var convalida il gol. Il secondo tempo inizia in ritardo di una decina di minuti per via di un malore di un tifoso allo stadio. Al 56′ El Kaabi fa tripletta su un rigore concesso da Guida per un fallo di mano di Douglas Luiz sul colpo di testa di Retsos. Nuovo rigore all’83’ per un fallo di David Carmo su Duran ma Douglas Luiz calcia sul palo esterno.