“Notte bianca a Madrid”, può essere il film sulle ultime ore dell’Inter dopo l’eliminazione in Champions League. Al Metropolitano l’Atletico di Simeone ha avuto la meglio ai rigori, dopo una partita ricca di suspence e colpi di scena. E di provocazioni ce ne sono state tante. Normale se ti giochi la stagione e i sogni in una serata.

Thuram e il colpo proibito a Savic Griezmann e lo sfottò a Sanchez: “Il cileno é un ca*asotto” Champions, Inter punita dalla nuova regola

Thuram e il colpo proibito a Savic

Per disputare una gara di questo livello servono le “huevos” e Thuram ha voluto testare in prima persona quelle di Savic al 101′ dei tempi supplementari. Una strizzata alle parti basse dopo una serie di spintoni e una marcatura stretta. Un siparietto che per fortuna si è concluso senza nessuna conseguenza e una risata reciproca, oltre che un legittimo dolore per il difensore dell’Atletico Madrid. L’arbitro non ha visto nulla e il Var non è intervenuto. E polemiche non ce ne sono state. Il momento era troppo delicato per perdere tempo e distrarsi.

Griezmann e lo sfottò a Sanchez: “Il cileno é un ca*asotto”

“Ehi amico, i campioni sono così”, Sanchez avrebbe tanto voluto ripetere questa frase, ma contro l’Atletico l’epilogo della sua partita è stato da dimenticare. Rigore pessimo, parata di Oblak e sfottò da parte di Griezmann. “¡Es un cagón el chileno!” ha ripetuto a gran voce il francese dopo l’errore del nerazzurro dal dischetto. Non c’è bisogno di tradurre. Le petit diable è stato pizzicato dalla telecamere e il video ha fatto subito il giro del web. Entrambi si ritroveranno nell’amichevole tra il Cile e la Francia, che si giocherà martedì 26 marzo allo stadio Vélodrome di Marsiglia. Chissà se si stringeranno la mano.

Così #Griezmann su Alexi Sanchez.. pic.twitter.com/GrAFY4GGfV

— Pietro Balzano Prota (@PBPcalcio) March 13, 2024

Champions, Inter punita dalla nuova regola

Solo qualche anno fa l’Inter avrebbe terminato la partita con il sorriso e festeggiando. Ricordate la vecchia regola dei gol in trasferta che “valgono doppio”? Ecco in quel caso i nerazzurri avrebbero staccato il pass per i quarti grazie all’1-0 di San Siro e alla porta tenuta inviolata da Sommer. Dal 2021-2022 non esiste più e ora le partite sono molto più equilibrate e sul filo del rasoio. Una scelta per garantire più giustizia e spettacolo. Inzaghi ne ha pagato le conseguenze, ma prima o poi a qualcuno doveva succedere. E ora di doppio c’è soltanto il dispiacere…