In Italia è il più amato (dall’Aia) e tra i più odiati (da alcune tifoserie come Inter e Napoli) ma all’estero è sempre stato considerato uno dei migliori arbitri al mondo Daniele Orsato, scelto dall’Uefa per il ritorno degli ottavi di Champions League tra Borussia Dortmund e Psv. Vediamo come se l’è cavata ieri in Germania il fischietto di Schio.

I precedenti di Orsato con Borussia e Psv Orsato ha ammonito due giocatori Borussia-Psv, i casi da moviola

I precedenti di Orsato con Borussia e Psv

Orsato ha già arbitrato in questa stagione il Psv, nel 2-2 col Siviglia nella fase a gironi (scatenando moltissime proteste) mentre risale al 2017 (quarti di finale di Champions col Monaco) l’ultimo precedente con i tedeschi.

Orsato ha ammonito due giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Carbone e Giallatini con Maresca IV uomo, Valeri al Var e Irrati all’Avar l’arbitro ha ammonito due giocatori: Ammoniti: Sule, Nmecha. Angoli 5-4. Recupero 0′ pt, 5′ st.

Borussia-Psv, i casi da moviola

Questi i principali episodi dubbi. Al 79’ il neo entrato Reus calcia in area una punizione che Fullkrug, libero, devia in rete al volo sorprendendo Benitez: Orsato convalida, il gol viene però annullato tra le proteste per fuorigioco dopo una revisione VAR. Niclas Fullkrug parte quasi perfettamente in linea con il difensore del PSV, sforando di pochissimi millimetri. Già pronte le polemiche ma i tedeschi segnano comunque nel finale il 2-0 definitivo di Borussia-Psv e si qualificano.