Potrebbe essere già finita l’avventura del Papu Gomez con il Monza: l’argentino è risultato positivo al doping durante un controllo effettuato quasi un anno fa, quando giocava ancora nel Siviglia. La notifica della sanzione da parte delle autorità antidoping è arrivata solo ora: Gomez verrà squalificato per 2 anni.

Monza, Papu Gomez positivo al doping Monza, Papu Gomez e il controlo effettuato al SivigliaMonza, Papu Gomez e la giustificazione al dopingPapu Gomez positivo, la polemica per i Mondiali

Monza, Papu Gomez positivo al doping 

Potrebbe essere durata appena tre settimane l’avventura di Papu Gomez con il Monza. Il 35enne attaccante argentino è infatti risultato positivo al doping in seguito a un controllo effettuato quasi un anno fa, nel novembre 2022, ovvero prima dei Mondiali in Qatar disputati con l’Argentina, quando giocava ancora nel Siviglia. Le autorità antidoping hanno infatti notificato la sanzione al giocatore soltanto adesso, secondo quanto riferito dal quotidiano spagnolo Relevo: Gomez è stato squalificato per due anni. 

Monza, Papu Gomez e il controlo effettuato al Siviglia

Il controllo antidoping al quale il Papu è risultato positivo è avvenuto lo scorso anno: gli ispettori si presentarono a sorpresa durante un allenamento del Siviglia. Sia il giocatore che il club andaluso erano a conoscenza della positività da mesi e la sanzione che pendeva su di lui sarebbe stato il motivo principale per il quale il Papu, dopo aver lasciato il Siviglia per la rescissione del contratto, ha trascorso tutta l’estate senza trovare una squadra, salvo poi accasarsi al Monza a calciomercato chiuso e a stagione già iniziata. Con i lombardi ha disputato finora 2 partite, entrambe partendo dalla panchina. 

Monza, Papu Gomez e la giustificazione al doping

Secondo quanto riferito da Relevo, per giustificare la positività al doping il Papu avrebbe dichiarato di aver assunto uno sciroppo di uno dei suoi figli, senza consultare i medici del Siviglia. Vedremo se l’argentino farà appello contro la squalifica: in caso contrario, i due anni di sospensione potrebbero segnare l’addio al calcio di Gomez, che a febbraio compirà 36 anni.    

Papu Gomez positivo, la polemica per i Mondiali

Intanto sul web si discute del lunghissimo periodo trascorso tra il controllo antidoping – ripetiamo, a novembre 2022 – e la notifica della sanzione: undici mesi. Mesi nei quali il Papa Gomez ha continuato a giocare, vincendo un Mondiale con l’Argentina e l’Europa League con il Siviglia, nella finale contro la Roma. A sollevarsi sul web sono stati soprattutto i tifosi della Francia, sconfitta nella finale in Qatar dalla Selecciòn. “Hanno vinto barando”, scrive Carl su Twitter. “Se è risultato positivo a novembre, perché ha giocato i Mondiali?”, domanda Sunday. “Date la coppa del mondo alla Francia!”, la richiesta di Silvio.

Juve, doping Pogba: positivo al testosterone. Pimenta: “Non ha mai voluto infrangere le regole”