Manca sempre meno all’inizio del Campionato europeo. Le varie nazionali stanno ormai affrontando gli ultimi test prima di iniziare a fare sul serio. Non è andato bene quello dell’Inghilterra, considerata come una delle grandi favorite in Germania. I Tre Leoni sono stati infatti sconfitti di misura dall’Islanda. Meglio è andato invece ai tedeschi padroni di casa che si sono rifatti con la Grecia dopo lo scialbo pareggio con l’Ucraina. Andiamo a vedere nel dettaglio tutto quello che è accaduto nella giornata di ieri in campo internazionale.

Delusione Inghilterra: l’Islanda espugna Wembley Germania di rimonta sulla Grecia Le altre amichevoli di ieri: vince l’Albania

Delusione Inghilterra: l’Islanda espugna Wembley

All’Islanda sono bastati appena 13 minuti per espugnare Wembley. Il gol di Þorsteinsson ha infatti annichilito una Inghilterra piuttosto deludente ed incapace di reagire. Pochi i pericoli corsi dal team guidato da Age Hareide che in realtà nella ripresa in contropiede ha provato anche ad infliggere il colpo di grazia ai Tre Leoni. Non ce n’è stato bisogno, comunque, perché la formazione di Southgate è sembrata un po’ appannata nonostante il propositivo – quanto meno nelle idee iniziali – 4-2-3-1 varato dal coach britannico. Fischi dei tifosi e preoccupazione legittima a una settimana dagli Europei.

Germania di rimonta sulla Grecia

Chi ha fatto passi avanti è stata invece la Germania. Dopo il pari con l’Ucraina i tedeschi hanno battuto la Grecia ritrovando un pizzico di entusiasmo in vista di un evento al quale arrivano da padroni di casa, con tutte le pressioni del caso. Il primo tempo è però di marca ellenica, con grande sofferenza da parte della Mannschaft e vantaggio firmato da Masouras con la complicità di un non impeccabile Neuer. Nella ripresa, però, arriva la rimonta dei ragazzi di Nagelsmann con Kroos (che ha detto addio al Real e chiuderà la carriera dopo gli Europei) determinante anche se sul tabellino ci finiscono Havertz e Groß.

Le altre amichevoli di ieri: vince l’Albania

Una delle gare maggiormente attenzionate da Luciano Spalletti e dalla sua Italia era quella dell’Albania. I rossoneri hanno vinto in scioltezza contro l’Azerbaigian per 3-1 con le reti di Bajrami, Manaj e Laci. Di Qurbanli il gol della bandiera per gli azeri. 7-1 della Repubblica Ceca contro Malta con Barak tra i marcatori. Il tema di Polonia-Ucraina è stato invece il grave infortunio di Milik costretto a saltare gli Europei. In campo, però, la sua squadra ha vinto 3-1 con le firme di Walukiewicz, Zielinski e Romanchuk. Inutile il sigillo del solito Dovbyk. Infine, pareggio senza gol tra Romania e Liechtenstein mentre la Finlandia rimonta sulla Scozia da 0-2 a 2-2. Vince 2-1, invece, l’Armenia contro il Kazakistan.