Europei meno sette. Il countdown per il debutto dell’Italia nella kermesse in Germania è iniziato: domani ci sarà l’ultima amichevole contro la Bosnia e sabato prossimo la prima partita ufficiale in Germania contro l’Albania. Dopo la lista definitiva dei 26 convocati di Spalletti era rimasto un sol dubbio, legato alle condizioni di Barella. Il centrocampista dell’Inter, vero leader della mediana azzurra, ha rischiato di tornare a casa per un affaticamento muscolare e c’era grande attesa per i test medici.

L’esito degli esami di Barella Barella potrebbe tornare contro la Spagna Barella da poco è diventato papà per la quarta volta Il precedente di Gattuso

L’esito degli esami di Barella

Il comunicato diffuso oggi dalla Federcalcio non toglie tutti i veli ma autorizza all’ottimismo. Questo il testo: “Il calciatore Nicolò Barella ha effettuato questa mattina esami diagnostici di controllo che mostrano i progressi attesi nel recupero dall’affaticamento muscolare accusato nei giorni scorsi. Il calciatore proseguirà quindi il programma di lavoro prestabilito, nell’ottica di essere reintegrato nel gruppo nei prossimi giorni”.

Barella potrebbe tornare contro la Spagna

Il giocatore finora si è sempre allenato a parte svolgendo lavoro differenziato. Ci preoccupa ma non troppo”, ha sempre detto il ct Luciano Spalletti che non intende rinunciare a Barella e che ha deciso di aspettarlo in ogni caso. Improbabile che Barella possa essere nell’undici dell’Italia che sabato affronterà l’Albania. Al suo posto il ct potrebbe utilizzare Frattesi, già suo alter-ego nell’Inter. la speranza però è di vedere Barella in campo dal 1′ giovedì 20 giugno contro la Spagna nel match più delicato del girone.

Barella da poco è diventato papà per la quarta volta

Ad allietare il giocatore, che non vuol proprio perdersi questi Europei, l’altro giorno è arrivata la bella notizia della nascita del suo quartogenito, il primo maschio dopo le tre figlie Rebecca, Lavinia e Matilde (nate rispettivamente nel 2017, 2019 e 2021). La moglie Federica Schievenin ha partorito giovedì 6 giugno poco dopo le 14 e l’annuncio è stato dato dalla coppia con un post sui social. A corredo di uno scatto dove si vede il piedino del nuovo arrivato, la caption: “Benvenuto amore nostro”, didascalia accompagnata con dei cuoricini.

Nei mesi scorsi Federica Schievenin ha raccontato che aspettava due bambini, ma il più piccolo non ce l’ha fatta: “Durante questo viaggio il più piccolo ci ha lasciato. Per noi che avevamo già vissuto questo dolore atroce, pochi mesi fa, è stato riaprire una ferita. Sono stati mesi difficili anzi un anno difficilissimo. Con tuo papà vicino è stato tutto un po’ più semplice”, ha scritto la wag per annunciare la quarta gravidanza.

Il precedente di Gattuso

Il nerazzurro non sarebbe il primo, però, a essere portato all’Europeo non al 100% e scendere in campo in corso. Il paragone potrebbe portar fortuna: lo stesso era successo a Gattuso durante i Mondiali del 2006, e non era andata a finire male per l’Italia… “Rino non stava bene e volevano addirittura rimandarlo a casa: si voleva legare a una sedia e disse ‘non mi mandate via’ – ha raccontato Buffon – Restò, saltò la prima e poi fu decisivo, entrando dopo l’espulsione di De Rossi contro gli Usa”.