Giovedì 6 giugno conosceremo i 26 convocati ufficiali del CT Spalletti che prenderanno parte ad Euro 2024 e domani, contro la Turchia, ci sarà il primo test importante per la Nazionale italiana. Ma, in attesa dell’inizio dell’Europeo, il tecnico di Certaldo sta già plasmando il gruppo degli Azzurri con i suoi insegnamenti. Quali sono? In parte alcuni richiamano quelli del Napoli Campione di Italia: ma i principi guida del calcio moderno, scritti dal tecnico sono sei, sono ripetuti come un mantra ai ragazzi, affinché entrino nella testa degli Azzurri ben prima del 14 giugno, e sono stati anche scritti sulla lavagnetta nello spogliatoio. Ecco i punti chiave dei sei comandamenti secondo Spalletti.

Spalletti e la passione per i motti Spalletti, il comandamento della ‘Pressione costante’ Spalletti, il comandamento del ‘Controllo del gioco’ Spalletti, come funziona la ‘Compattezza di squadra’ Spalletti e il principio della ‘Riaggressione veloce’ Spalletti, la ‘Ricomposizione difensiva’ della Nazionale Spalletti, ‘Ordine, Studio e Preparazione’ per Euro 2024

Spalletti e la passione per i motti

Non è una novità per l’attuale ct la passione per motti ed epigrammi. A Napoli fece stampare la scritta “sarò con te..e tu non devi mollare” sulle pettorine di allenamento degli azzurri. Nelle conferenze amava citazioni dotte, che studiava sui libri prima di presentarsi in sala stampa.

Spalletti, il comandamento della ‘Pressione costante’

La pressione costante è il marchio distintivo di Spalletti da quando ha assunto la guida della Nazionale. Ed è il primo comandamento. Recupero “alto” del pallone e avanzamento con determinazione. La pressione continua è il punto cardine della sua strategia di gioco. Ha anche una forte componente emotiva: pressare significa “togliere fiducia” agli avversari. Audacia e coraggio.

Spalletti, il comandamento del ‘Controllo del gioco’

La partita si può e si deve controllare tramite la “gestione della palla”. La fisicità e l’aggressività servono per assaltare gli avversari e recuperare palla, ma la tecnica, la precisione e un buon gioco di squadra garantiscono il controllo del gioco. Un aspetto sottolineato anche ieri in conferenza da Calafiori.

Spalletti, come funziona la ‘Compattezza di squadra’

Spalletti insiste sulla compattezza tra i reparti, con distanze corte e vicinanza tra i giocatori. Durante le qualificazioni, l’Italia tendeva ad “allungarsi” in campo, un aspetto da migliorare per l’Europeo, fondamentale per l’equilibrio tattico. La compattezza aiuta a recuperare palla, assorbire meglio e non esporsi alle ripartenze avversarie.

Spalletti e il principio della ‘Riaggressione veloce’

Gli Azzurri, una volta perso il pallone, dovranno cercare di riconquistarlo rapidamente. La ferocia e la voglia di attaccare e pressare hanno un significato emotivo e di predominio. La densità e le distanze corte facilitano questa riaggressione.

Spalletti, la ‘Ricomposizione difensiva’ della Nazionale

“Ritornare a casa”, come scrive Spalletti. È la fase successiva. Se si perde il pallone e non si è in condizione di riaggressire e riconquistarlo velocemente, bisogna rientrare. Ritornare a casa significa ricompattare la squadra, riprendere le posizioni, coprire gli spazi e sistemare la fase difensiva.

Spalletti, ‘Ordine, Studio e Preparazione’ per Euro 2024

Questo punto si ricollega al primo nella catena dei comandamenti. Una volta riorganizzati e ritrovato l’ordine tattico, si torna a pressare. Spalletti, un martello costante, ha chiesto agli Azzurri di mostrare miglioramenti in questa direzione già nella prossima partita al Dall’Ara di Bologna contro la Turchia, un primo test sulla strada verso Dortmund.

Clicca qui per altri aggiornamenti della Nazionale italiana ad Euro 2024