In attesa del debutto della Nazionale di Spalletti a Euro 2024 in Germania, c’è un’altra Italia impegnata agli Europei: l’Under 17. Gli Azzurrini di Favo hanno debuttato a Cipro con l’ottimo 2-0 alla Polonia e nella prossima sfida in programma domani con la Slovacchia hanno già la possibilità di staccare il pass per i quarti di finale.

Europei U.17: ora la Slovacchia, missione quarti per l’Italia Italia, ostacolo Slovacchia: le insidie e i precedenti Dalla Costa d’Avorio all’azzurro dell’Italia: la favola di Ballo

Europei U.17: ora la Slovacchia, missione quarti per l’Italia

Il 2-0 alla Polonia firmato Mosconi-Coletta non era affatto scontato vista l’espulsione al 53′ di Natali, eppure l’Under 17 del ct Massimiliano Favo ha centrato una super vittoria all’esordio dell’Europeo di categoria a Cipro balzando in vetta al Girone C. Domani, venerdì 24 maggio (ore 17:00) appuntamento al Dasaki Achnas Stadium per la sfida con la Slovacchia, che al debutto ha pareggiato con la Svezia. Il match può valere l’accesso ai quarti, dal momento che si qualificano le prime due di ciascun gruppo. Gli Azzurrini si sono posti l’obiettivo di dare la caccia all’unico titolo europeo che manca all’Italia dopo le tre finali perse tra il 2013 e il 2019. Sarebbe un traguardo storico e, chissà, magari anche uno stimolo per la Nazionale di Spalletti.

Italia, ostacolo Slovacchia: le insidie e i precedenti

La Slovacchia ha fatto scalo a Cipro 2024 dopo aver chiuso al secondo posto le due fasi, dietro a Spagna e Ucraina. La stellina della selezione di Branislav Fodrek è il centrocampista classe 2007 Simon Vlna, che gioca col Burgenländischer, con cui ha segnato quattro gol in dieci presenze stagionali. I precedenti sorridono all’Italia che ha vinto due volte, l’ultima delle quali nel 2018 ai quarti di finale in Inghilterra, concedendo agli avversari solo un pareggio. Gli Azzurrini scenderanno poi in campo lunedì 27 maggio (ore 17:00) al Paralimni Municipal Stadium ‘Tasos Markou’ per l’ultima partita del girone contro la Svezia. Da Cipro 2024 a Germania 2024 la speranza è gli Europei si tingano d’azzurro.

Dalla Costa d’Avorio all’azzurro dell’Italia: la favola di Ballo

Entrato al 61′ al posto di Emanuel, Lamine Ballo ha fornito un contributo importante alla causa nel match d’esordio con la Polonia confezionando l’assist per il 2-0 di Coletta. Terzino destro in forza nelle giovanili dell’Inter, è nato in Costa d’Avorio ma vive in Italia da quando aveva un anno. Il classe 2007 si trasferì a Piacenza insieme ai genitori e alla sorella maggiore Sara. “Quando è arrivata la convocazione ho chiamato subito i miei genitori: mai avrei pensato di raggiungere un obiettivo simile – ha confessato Ballo -. Da anno aspettavo di poter essere eleggibile per la Nazionale italiana: ho fatto i salti di gioia”.