Bisogna celebrava il trionfo in Coppa Italia dopo tre anni di digiuno e, invece, in casa Juventus non si parla d’altro che del futuro di Max Allegri. Continuano a emergere retroscena sul post finale infuocato del tecnico livornese tra screzi, liti smentite e un domani – nel senso letterale del termine – che potrebbe non esserci più.

Altro che Allegri: nella Torino bianconeri sono tutti furiosi Caos Juventus, la frase sfuggita ad Allegri contro la società Allegri, Giuntoli e il rapporto con la società ai minimi termini

Altro che Allegri: nella Torino bianconeri sono tutti furiosi

A questo punto è scontato il cambio in panchina nonostante Allegri abbia un contratto dalla durata di un altro anno. Ma la novità rimbalzata nel corso della giornata di ieri è che la sua avventura bis alla Juventus potrebbe concludersi prima della fine della stagione. Probabilmente, già oggi. Proprio così: la società sta valutando l’addio immediato dell’allenatore per quanto successo nel dopo partita della finale di Coppa Italia. Dalla sfuriata nei confronti del direttore sportivo Cristiano Giuntoli alla lite – smentita dal tecnico – col direttore di Tuttosport Guido Vaciago. Il club valuta l’esonero per giusta causa, perché Allegri potrebbe aver violato il Codice di comportamento dei dipendenti dei bianconeri.

Caos Juventus, la frase sfuggita ad Allegri contro la società

Continuano a emergere retroscena, si diceva. E spunta una frase dell’ex allenatore di Cagliari e Milan piuttosto indicativa in merito al rapporto con la società della nuova era post Andrea Agnelli. “Per fortuna tra poco sarà tutto finito – avrebbe confessato Allegri, come si legge sul Corriere della Sera -. È stato un miracolo concludere la stagione così. Io delegittimato con i giocatori, meritavo più chiarezza. Quest’anno sono stato io il parafulmine. Vediamo chi lo sarà il prossimo”. E il prossimo dovrebbe Thiago Motta, che la Juve incrocerà nella penultima giornata di campionato. Con Max che rischia di non viverla da protagonista, dal momento che – stando ai rumors di radio gossip – la panchina potrebbe essere affidata a Paolo Montero, attuale allenatore della formazione Under 19.

Allegri, Giuntoli e il rapporto con la società ai minimi termini

Dopo la fine della presidenza Agnelli, che aveva fortemente voluto il ritorno alla Continassa di Allegri, sarebbero iniziati i problemi, come svela il Corriere. In particolare, l’allenatore non avrebbe gradito la mossa della nuova società di non coinvolgerlo nella scelta del nuovo direttore sportivo. E con Giuntoli, che già a gennaio ha avuto un incontro con Thiago Motta, il feeling non è mai scoccato. Non solo: Allegri avrebbe avuto anche un’accesa discussione con un altro dirigente, Francesco Calvo. Insomma, fine della storia. Con un ostacolo da superare, quello economico. Perché, considerando il contratto in scadenza nel 2025 e i costi di tecnico e staff, ballano cifre sui 18-20 milioni.