Una partita falsata anche nella 33ma giornata di Serie A. Continuano gli errori arbitrali e le sviste anche nella parte finale della stagione, quella in cui l’importanza della posta in palio – se possibile – è ancora più alta e bisognerebbe metterci un’attenzione maggiore. Vediamo come cambia la classifica senza errori arbitrali di Serie A, aggiornata alla quattordicesima di ritorno. Curiosità: se nel campionato “vero” l’Inter ha festeggiato lo Scudetto, in quello depurato dagli errori dei fischietti non è ancora campione.

Arbitri, una partita falsata nel turno Sviste non determinanti nelle altre gare Serie A, la classifica senza errori arbitrali IL REGOLAMENTO L’Albo d’oro del Campionato di Serie A senza errori arbitrali di Virgilio Sport

Arbitri, una partita falsata nel turno

La partita falsata del turno è Cagliari-Juventus, chiusasi sul punteggio di 2-2 con doppia rimonta dei bianconeri nella seconda parte di gara. In realtà un errore dell’arbitro Piccinini ha condizionato pesantemente l’intero svolgimento del match: dopo pochi minuti una manata di Mina su Alcaraz avrebbe dovuto portare alla concessione di un calcio di rigore a favore della formazione di Allegri. Sia il direttore di gara che il suo assistente in Sala VAR, però, non sono intervenuti.

Sviste non determinanti nelle altre gare

Tante proteste anche in Roma-Bologna e Milan-Inter, dove però gli errori dei rispettivi direttori di gara, Maresca all’Olimpico e Colombo a San Siro, non sono stati determinanti. Quello più grande di Maresca è il giallo a Paredes costato la squalifica al centrocampista giallorosso per il prossimo match contro il Napoli. Per il resto, dure recriminazioni sia in Torino-Frosinone, sia in Monza-Atalanta, ma su episodi non decisivi.

Serie A, la classifica senza errori arbitrali

Ecco la classifica di Serie A 2023-2024 senza errori arbitrali, aggiornata al netto di tutte le sviste determinanti dei fischietti:

class
reale diff
punti class
virtuale INTER 86 INTER +3 83 MILAN 69 MILAN -2 71 JUVENTUS 64 BOLOGNA -3 65 BOLOGNA 62 JUVENTUS +1 63 ROMA* 55 ATALANTA* -1 55 ATALANTA* 54 LAZIO -2 54 LAZIO 52 ROMA* +2 53 NAPOLI 49 NAPOLI -3 52 FIORENTINA* 47 FIORENTINA* -2 49 TORINO 46 TORINO -1 47 MONZA 43 MONZA – 43 GENOA 39 GENOA +2 37 LECCE 35 LECCE -1 36 CAGLIARI 32 CAGLIARI -2 34 VERONA 31 EMPOLI -2 33 EMPOLI 31 VERONA – 31 UDINESE* 28 SASSUOLO -4 30 FROSINONE 28 FROSINONE -1 29 SASSUOLO 26 UDINESE* -1 27 SALERNITANA 15 SALERNITANA +5 10

*1 partita in meno

IL REGOLAMENTO

Questa classifica è stilata sulla base di quello che avviene in campo, in occasione di episodi decisivi e che possono determinare direttamente il risultato, come i gol convalidati o annullati, i rigori concessi o non concessi, un’espulsione esagerata o ingiusta a tanti minuti dalla conclusione del match. Non sono considerate le variabili non direttamente determinanti, come i cartellini gialli, i falli veri o presunti avvenuti nell’azione precedente a quella che ha portato a un gol, un’espulsione contestata in zona Cesarini, ecc. In caso di parità di punti tra due o più squadre, è premiata quella che ha subito più penalizzazioni nell’arco del campionato.

L’Albo d’oro del Campionato di Serie A senza errori arbitrali di Virgilio Sport

Ecco i vincitori dello speciale campionato di Virgilio Sport: in corso la quinta edizione.

2019-20: Inter
2020-21: Inter
2021-22: Milan
2022-23: Napoli

Quando può intervenire il VAR? Ecco il regolamento e il protocollo aggiornato, con tutti i casi.