Era stato designato Daniele Minelli di Varese per dirigere la gara dei 16esimi di coppa Italia tra Lecce e Parma ma il 41enne fischietto lombardo ha dovuto dare forfait dopo 20’. L’arbitro si è fermato, zoppicando e saltellando, ed ha chiamato lo staff sanitario del Lecce per un consulto medico. Per lui un problema al polpaccio: dopo un primo “ok” dei medici, però, Minelli ha provato uno scatto e si è rassegnato a lasciare il terreno di gioco. Si è quindi avvicinato a Feliciani, quarto uomo, e ha scambiato gli strumenti tecnici (auricolare e radio) che caratterizzano il lavoro dell’arbitro. Come se l’è cavata al via del Mare nel 4-2 che ha promosso il Parma agli ottavi?

Minelli ko, arbitra Feliciani reduce dagli errori in Juve-VeronaFeliciani ha ammonito cinque giocatoriParma-Lecce, i casi da moviolaPer Cesari due errori graviLa rabbia del Lecce per la sconfitta

Minelli ko, arbitra Feliciani reduce dagli errori in Juve-Verona

Feliciani era reduce da una prova opaca in Juventus-Verona, dove aveva ignorato la gomitata di Gatti a Djuric ed aveva annullato due gol a Kean di cui uno sembrava regolare.

Feliciani ha ammonito cinque giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Trinchieri e Luciani, con Feliciani inizialmente IV uomo, Meraviglia al Var e Abbatista all’Avar, Minelli si è infortunato dopo 20’ ed è stato sostituito da Feliciani che ha ammonito 5 giocatori: Mihaila (P), Strefezza (L), Coulibaly (P), Zagaritis (P), Berisha (L).

Parma-Lecce, i casi da moviola

Due su tutti i casi dubbi. Il Parma è passato in vantaggio su un tiro che ha battuto Brancolini sul suo palo. L’arbitro, prima di convalidare il gol, ha atteso qualche secondo i riscontri dalla sala VAR. Alla fine la decisione è stata confermata. Successivamente, il Lecce ha ottenuto un calcio di rigore per fallo subito da Roberto Piccoli: questa la decisione del giudice di campo. In questo caso, il VAR è intervenuto e dopo l’on field review è stato tolto il penalty al Lecce.

Per Cesari due errori gravi

A fare chiarezza è Graziano Cesari. A Mediaset l’ex arbitro genovese mostra le immagini e dice: “Al 39esimo Feliciani concede un calcio di rigore per il Lecce: il fischio non è immediato, ma poi col braccio destro indica il dischetto del rigore. A Feliciani viene però mostrato un fermo immagine che non significa assolutamente nulla, bisogna far vedere il live ed eventuali replay. Con quel fermo immagine Feliciani è condizionato, non riesce più a essere lucido e annulla il rigore. Ma il piede del calciatore del Parma tocca prima Piccoli, il rigore non era assolutamente da annullare. Decisione sbagliata del VAR”

Poi aggiunge: “Ora andiamo sullo 0-1 del Parma. C’era un uomo in fuorigioco a condizionare la vista di Brancolini. Il tiro passa proprio davanti a lui. Addirittura il giocatore del Parma si sposta per far passare il tiro. Il VAR non è stato una meraviglia”.

La rabbia del Lecce per la sconfitta

Delusi e arrabbiati sia il tecnico leccese D’Aversa che il vicepresidente Corrado Liguori che si è sfogato a TeleRama: “Abbiamo rivisto le immagini e tra l’altro ho visto anche che in TV, erano imbarazzati perché oggi, veramente, quello che è successo sul primo gol del Parma è stato clamoroso. Nel senso che l’hanno rivisto al Var, c’era il fuorigioco nettissimo dell’attaccante del Parma che ha fatto proprio da velo, si è visto poco lui si è spostato, ha fatto da velo, e la palla è entrata. Brancolini non poteva mai vederla perché era davanti al pallone. Era fuorigioco abbondante e l’abbiamo rivisto tutti quanti adesso e ci dispiace veramente. Non voglio parlare del fallo su Gallo poteva esserci o non esserci ma il fuorigioco era clamoroso”.

L’altro episodio subito dopo è stato quello del calcio di rigore: “Le immagini in TV e i commentatori, c’era anche un ex arbitro Cesari, l’hanno detto in maniera chiara. Era un rigore netto quanto una casa perché comunque al di là del fatto se c’è stata la gomitata o meno, il difensore è andato sul piede di Piccoli e il piede ha fatto un movimento anomalo quindi l’arbitro giustamente aveva fischiato e il Var lo ha annullato. Guardate il rigore può anche passare in secondo piano, ma vi assicuro che il fuorigioco ha del clamoroso ed è stato rivisto dal Var ed è stato lasciato. Sono veramente furibondo”