“Hai sentito il presidente Scaroni? Ha detto che per 150 milioni Leao lo impacchetta”. Ore di ansia, quasi di angoscia per i tifosi rossoneri. Determinate da un lancio d’agenzia che ha scatenato il panico. Un virgolettato attribuito al numero uno rossonero e dedicato al futuro del portoghese, stella – anche se un po’ chiacchierata – dell’attacco del Diavolo. Un virgolettato poi smentito dallo stesso Scaroni. Andiamo con ordine e ripercorriamo lo strano pomeriggio di passione dei tifosi del Milan. E forse di Scaroni.

Cessione Leao: le parole attribuite a Scaroni al Quirinale La clausola del portoghese: 170 milioni per lasciare il Milan Futuro Leao, la smentita di Scaroni e del club rossonero

Cessione Leao: le parole attribuite a Scaroni al Quirinale

Tutto è nato nel corso del tradizionale ricevimento al Quirinale col Presidente Sergio Mattarella in previsione della festa della Repubblica, a cui ha preso parte Paolo Scaroni. Rispondendo alla domanda di un tifoso rossonero, Scaroni avrebbe detto: “Adesso la priorità è il centravanti. Leao? Se ci danno 150 milioni lo impacchetto, io sono molto venale”. Parole che un giornalista dell’agenzia Dire, presente al buffet, ha riportato in un lancio destinato a scatenare il web.

La clausola del portoghese: 170 milioni per lasciare il Milan

Va sottolineato come Leao nel suo contratto col Milan abbia una clausola rescissoria da 170 milioni di euro, pagabili in tre rate. E come la cifra indicata da Scaroni, in base a quanto carpito dal cronista dell’agenzia, sia inferiore alla clausola stessa. Insomma, per un po’ di tempo i tifosi rossoneri hanno pensato che Leao potesse lasciare il club addirittura per un corrispettivo inferiore a quanto previsto dalla clausola. Forum e pagine social del tifo inondate di commenti: quasi tutti offensivi nei confronti di Scaroni e della proprietà.

Futuro Leao, la smentita di Scaroni e del club rossonero

A gettare un po’ d’acqua sul fuoco ci ha pensato poi lo stesso Scaroni, con una precisazione diventata quanto mai opportuna alla luce della bufera montante sul web. “Non ho mai detto niente di simile, perché non lo penso assolutamente”, la precisazione del presidente alla Gazzetta dello Sport. “Mi è stato chiesto da un amico notizie sul futuro di Leao e ho risposto che ha una clausola da 175 milioni e che resterà con noi“. Altri siti hanno invece riportato la smentita del Milan: “Il presidente Scaroni smentisce di aver mai detto ad alcuna persona l’affermazione a lui attribuita, che peraltro non è neppure un suo pensiero”. Insomma, un giallo nato e ricomposto nel giro di poche ore. Forse.