Si fa chiamare ‘l’uomo invisibile’. E’ il braccio destro del presidente dell’Al-Ahli, Walid Abdul Razzaq Moaz. Al-Qhtanii è diventato l’uomo del calcio arabo più discusso del web, dopo i suoi messaggi di ‘odio’ contro De Laurentiis. Dopo lo scherzo sarcastico di Al-Qahtani, riguardo l’acquisizione di Gabri Veiga da parte dell’Al-Ahli, questa volta c’è un avvertimento più serio che sa di ‘minaccia’. Nel tweet che conferma il trasferimento di Veiga, Al-Qahtani ha lanciato un chiaro avvertimento al presidente del club partenopeo, suggerendo che l’interesse per i calciatori del Napoli, da parte dell’Al-Ahli non si fermerà qui. Lobotka nel mirino degli arabi.

Il primo tweet di Al-Qhtanii contro ADLLa nuova minaccia di Al-Qhtanii contro ADLLe reazioni dei tifosi del Napoli al tweet di Al-Qhtanii

Il primo tweet di Al-Qhtanii contro ADL

A questo punto la situazione sembra essere diventata personale, poiché l’approccio deciso di De Laurentiis a mantenere il controllo sui suoi giocatori più ambiti, come Victor Osimhen e Zielinski, è stato interpretato come un affronto da parte degli arabi. Il tentativo del presidente di introdurre clausole differenziate nel rinnovo del contratto di Osimhen per i club europei e quelli sauditi potrebbe aver contribuito ad acuire le tensioni.

Dopo che il presidente De Laurentiis è riuscito a trattenere Zielinski – con un lungo tira e molla con il calciatore- gli arabi dell’Al-Ahli hanno virato su Gabri Veiga, riuscendo a soffiare l’obiettivo principale del calciomercato del Napoli. Una volta beffato il Napoli, Al-Qhtanii ha pubblicato sui social un post di sfottò, con tanto di tag ad Aurelio de Laurentiis, scrivendo: Tieniti il tuo giocatore, noi abbiamo il miglior talento”, riferendosi a Zielinski che ha preferito l’azzurro ai milioni sauditi.

La nuova minaccia di Al-Qhtanii contro ADL

Archiviata l’ufficializzazione della trattativa di Gabri Veiga con l’Al-Ahli, la minaccia ora di Al-Qahtani è di “prendere” anche Lobotka, il centrocampista slovacco. Una chiara dimostrazione delle intenzioni del magnate saudita, amico stretto del presidente dell’Al-Ahli. Il tweet mette in evidenza un chiaro messaggio a De Laurentiis: ritirarsi o affrontare le conseguenze con tanto di ‘minaccia’ finale e tag.

Ora è ufficialmente annunciato, la prossima stagione verremo da te e prenderemo Lobotka, togliti di mezzo così non ti puniamo di nuovo”.

Le reazioni dei tifosi del Napoli al tweet di Al-Qhtanii

Pacco, doppio pacco e contropaccotto‘. Questa è la strategia tentata da alcuni tifosi azzurri sotto il post di Al-Qhtanii. C’è chi scrive: “Caro amico saudita, ma che ve ne fate di Lobotka? Vi consiglio piuttosto di comprare Lozano, molto più forte e vero assist-man”. Un chiaro riferimento al calciomercato che ha visto Lozano potersi allontanare questa estate dal Napoli.

C’è poi chi ironizza: “Magari gli arabi si comprino il Napoli di De Laurentiis con una proposta irrinunciabile, così potrebbe tornare a fare cinema ad Hollywood”. Non mancano però gli allarmismi dei tifosi partenopei alla lettura di questo tweet: “Ora ci mancano solo gli arabi; Avete voluto voi questa situazione accettando finali di coppe e supercoppe in quei territori, ora non piangete”; “Gli arabi non si fermeranno qui, il calcio italiano e il Napoli è in pericolo”.