L’Atalanta domina in lungo e in largo e si aggiudica il match da Champions contro la Roma. Nel primo tempo è De Ketelaere a spostare l’ago della bilancia in favore della Dea. L’ingresso di Abraham nella ripresa dà maggiore consistenza alla manovra offensiva dei capitolini. Tuttavia è ancora la Dea a fare la partita. Un episodio, però, può cambiare tutto col rigore trasformato da Pellegrini che dà coraggio alla formazione di De Rossi. Non cambia il risultato: il team di Gasperini vince 2-1 e fa un bel balzo avanti verso l’Europa che più conta. E a proposito: grazie alla vittoria dell’Atalanta – e alla sconfitta della Roma – esultano pure Bologna e Juventus: sono aritmeticamente in Champions.

Atalanta-Roma, la chiave della partita Atalanta, cosa ha funzionato e cosa no Roma, cosa ha funzionato e cosa no Le pagelle dell’Atalanta Le pagelle della Roma La pagella dell’arbitro Atalanta-Roma: il tabellino del match

Atalanta-Roma, la chiave della partita

Uno spareggio Champions, con poche occasioni da rimediare in caso di ko. Questo è Atalanta-Roma, due squadre reduci dall’impegno europeo dal quale sono uscite con morale completamente opposto. Emergenza in difesa per gli orobici, anche se ormai non è una novità; assenza pesante per i capitolini che non possono contare su Dybala. Il primo tempo è di chiara marca nerazzurra, con un De Ketelaere su di giri e autore di una doppietta. Solo i legni fermano i padroni di casa da un punteggio ancor più pesante.

Nella ripresa De Rossi prova a rivedere qualcosa ma non cambia la sostanza. L’Atalanta va più volte vicina al terzo gol. Poi un episodio rimette in corsa i capitolini col fallo di De Roon su Abraham (dubbio) e il conseguente calcio di rigore trasformato da Pellegrini. Il gol dà coraggio alla Roma che prova il forcing a caccia del pareggio mentre la Dea inevitabilmente finisce per abbassarsi. Alla fine, comunque il team di Gasperini resiste e porta a casa tre punti meritati per quanto visto sul campo.

Clicca qui per rivivere le emozioni della gara

Atalanta, cosa ha funzionato e cosa no

Aggressiva e lucida negli ultimi metri: la Dea è quasi incontenibile di questi tempi. Juventus e Bayer Leverkusen sono avvisate. Con un De Ketelaere così, poi, diventa tutto più facile.

Roma, cosa ha funzionato e cosa no

Soffre tantissimo l’intensità dei nerazzurri alla quale non sa dare una risposta.

Le pagelle dell’Atalanta

Carnesecchi 6 Un solo intervento su Pellegrini, che rientra nell’ordinario. De Roon 5,5 Il rigore è dubbio ma il suo intervento è comunque imprudente. Hien 7 Impeccabile su Lukaku. Djimsiti 6 Affidabile come sempre. Hateboer 6 Stagione da comprimario. Oggi sfrutta la chance correndo avanti e indietro per farsi sentire in entrambe le fasi. Cala nella ripresa. Ederson 6 Meno esuberante del solito. Un paio di palloni persi macchiano una prestazione comunque solida. (Dall’88’ Miranchuk ng) Pasalic 6,5 In versione regista, tocca tanti palloni la maggior parte dei quali finisce a destinazione. (Dal 75′ Scalvini ng) Ruggeri 6,5 Un occhio pure a non lasciar buchi in difesa. Più propositivo nei pochi minuti giocati nella ripresa, anche perché gli orobici si concentrano maggiormente da quel lato (Dal 58′ Zappacosta 6 Riprende il discorso avviato dal suo predecessore). Koopmeiners 7 Tempi d’inserimento perfetti ma stavolta utilizzati da assist-man. Nel finale si divora clamorosamente il gol del 3-1. De Ketelaere 8,5 Finalizzatore d’eccezione di un gioco corale straordinario. Vederlo in campo oggi è stato un privilegio. (Dal 58′ Lookman 6,5 Crea scompiglio). Scamacca 7 Utile anche quando non segna. Ha ragione Spalletti: il merito è di Gasp. (Dal 58′ Touré 6,5 Sveglio e pimpante: è oggi una delle tante risorse dei bergamaschi).

Le pagelle della Roma

Svilar 6,5 Due ottimi interventi che mettono in luce i suoi riflessi. Kristensen 5 In confusione. (Dall’86’ Joao Costa ng) Mancini 5 Molle su De Ketelaere in avvio ed è un errore che pesa. N’Dicka 5 Tanta sofferenza anche per l’ivoriano nel tenere gli attaccanti bergamaschi. Angeliño 5,5 Perde il duello con Hateboer. Cristante 5,5 Almeno ci mette un po’ di tigna, comunque non basta. (Dall’86’ Azmoun ng) Paredes 5,5 Forse condizionato da qualche problema fisico, ma non riesce a prendere in mano il controllo della partita. (Dal 46′ Bove 6 Ha il merito del primo tiro in porta dei suoi. Porta comunque freschezza alla causa, con un paio di inserimenti degni di nota). Pellegrini 6 Fa solo due cose buone: il rigore e un inserimento offensivo sul quale Carnesecchi si fa trovare pronto. Baldanzi 5 Senza Dybala dovrebbe toccare a lui alzare il tasso qualitativo ma non ci riesce. (Dal 46′ Abraham 6 Pur in modo confusionario riesce a dare fastidio: anche per questo si procura il rigore). Lukaku 5,5 La squadra lo aiuta poco ma lui aiuta poco la squadra. L’ingresso di Abraham lo favorisce, finalmente arriva anche al tiro ma dal belga è lecito attendersi di più. El Shaarawy 6 Del trio offensivo è quello che si impegna di più anche in fase difensiva. Ma produce poco: un’opportunità nel finale dopo una bella azione individuale.

La pagella dell’arbitro

Marco Guida 5 Tutto bene per oltre un’ora finché non assegna un rigore che è più che generoso. Si perde anche un giallo per fallo di Cristante su Touré.

Atalanta-Roma: il tabellino del match

Marcatori: 18′ e 20′ De Ketelaere, 66′ Pellegrini

ATALANTA (3-4-2-1): 29 Carnesecchi; 15 de Roon, 4 Hien, 19 Djimsiti; 33 Hateboer, 8 Pasalic (dal 75′ Scalvini), 13 Ederson (dall’88’ Miranchuk), 22 Ruggeri (dal 58′ Zappacosta); 7 Koopmeiners, 17 De Ketelaere (dal 58′ Lookman); 90 Scamacca (Dal 58′ Touré). A disp. 1 Musso, 31 Rossi, 2 Toloi, 20 Bakker, 43 Bonfanti, 45 Palestra, 25 Adopo, 53 Comi. All. Gian Piero Gasperini

ROMA (4-3-3): 99 Svilar; 43 Kristensen (dall’86’ Joao Costa), 23 Mancini, 5 Ndicka, 69 Angelino; 4 Cristante (dall’86’ Azmoun), 16 Paredes (dal 46′ Bove), 7 Pellegrini; 35 Baldanzi (dal 46′ Abraham), 90 Lukaku, 92 El Shaarawy. A disp. 1 Rui Patricio, 63 Boer, 2 Karsdorp, 3 Huijsen, 6 Smalling, 14 Llorente, 19 Celik, 22 Aouar, 59 Zalewski, 61 Pisilli. All. Daniele De Rossi

Arbitro: Marco Guida (Torre Annunziata)
Assistenti: Meli – Berti
IV Uomo: Feliciani
VAR: Abisso
AVAR: Di Paolo

Ammoniti: 46′ N’Dicka (R), 58′ Koopmeiners (A)

Recupero: 1’pt; 4′ st