La Fiorentina di Vincenzo Italiano si aggiudica la semifinale d’andata di Coppa Italia grazie al super gol di Rolando Mandragora, bravo a coordinarsi con il sinistro dai 28 metri e a centrare l’incrocio dei pali alla destra di un incolpevole Carnesecchi. Quest’ultimo, migliore in campo dell’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Qui di seguito le pagelle e i voti che hanno meritato i protagonisti di Fiorentina-Atalanta.

La chiave della partita Le pagelle della Fiorentina Le Pagelle dell’Atalanta Il Tabellino di Fiorentina-Atalanta

La chiave della partita

La pressione e la costante riaggressione della Fiorentina. Partita preparata benissimo da Vincenzo Italiano, che per più di un’ora fa ammattire l’Atalanta di Gasperini, grazie all’atteggiamento dei suoi calciatori offensivi. Belotti e Nico Gonzalez guidano il pressing della Viola, con Bonaventura ad interpretare il ruolo di frangiflutti davanti alla difesa. Mandragora pesca il jolly dalla distanza. Da segnalare, allo stadio “Franchi”, la presenza del ct azzurro Luciano Spalletti: Scamacca, osservato speciale, non ha certo approfittato dei 45 minuti concessi da Gasperini nella ripresa.

RIVIVI IL LIVE DI FIORENTINA-ATALANTA

Le pagelle della Fiorentina

Terracciano voto 6,5: Inoperoso nel primo tempo, grazie ai suoi compagni, ma molto bravo sul colpo di testa di Hien, che gli rimbalza a pochi passi dalla linea di porta. È lucido nel respingere la sfera lateralmente anche sulla conclusione a giro di Scamacca. Fondamentale in uscita bassa sul cross teso di Holm nel finale. Kayode voto 6,5: Diligente in fase di copertura, decisivo a tratti, sempre propositivo in tandem con Nico Gonzalez. È grazie a lui se l’argentino ha ampia libertà di venire dentro al campo. Milenkovic voto 6,5: Concentrato, presente, sul pezzo. Il pilastro del reparto difensivo gigliato non fallisce la missione. Ranieri voto 6,5: Nella ripresa ha sul piede la palla del 2-0, ma la prestazione difensiva è assolutamente positiva. Puntuale. Parisi voto 6,5: Prima semifinale di Coppa Italia in carriera per lui, ma non si lascia sopraffare dalla pressione. Attento in difesa, impreciso quando si tratta di impostare. Bonaventura voto 7: Giocatore straordinario per sagacia tattica e doti tecniche. Italiano lo schiera davanti alla difesa e lui non tradisce. Ancora una volta. Mandragora voto 7: Il match winner che non ti aspetti. Stop dai 28 metri e sinistro “arcobaleno” che si spegne alle spalle di Carnesecchi. Palo, gol. Gran partita dell’ex Toro. Nico Gonzalez voto 7: Uomo ovunque della Fiorentina. Spirito di sacrificio e qualità al servizio dei compagni. Fermato solo da uno straordinario Carnesecchi. Beltran voto 6,5: Vicino al gol nel primo tempo con un destro da posizione decentrata, poi sempre prezioso in fase di non possesso, quando è chiamato ad oscurare le linee di passaggio per la coppia De Roon-Pasalic; dal 78′ Arthur s.v. Kouamé voto 6,5: Schierato un po’ a sorpresa da Italiano, ripaga la fiducia del suo allenatore con una prestazione di spessore, tra cuore, gambe e intelligenza tattica. Non risulta particolarmente pericoloso in zona gol. Belotti voto 6,5: Non trova il bersaglio grosso, ma si guadagna gli applausi di tutto il “Franchi” guidando la pressione indemoniata della Fiorentina. Essenziale; dall’85’ Ikoné s.v.

Le Pagelle dell’Atalanta

Carnesecchi voto 8: Tiene a galla i suoi nella prima frazione di gioco, poi è superlativo sul colpo di testa di Nico Gonzalez a metà ripresa. Parata da vedere e rivedere, così come il secondo intervento sul numero 10 viola pochi minuti più tardi. Migliore in campo dell’Atalanta. Djimsiti voto 6,5: Bravo a leggere in anticipo un paio di filtranti della viola, che va più volte vicina al raddoppio. Solido, nonostante la prova di squadra. Hien voto 5: Belotti fa impazzire l’ex centrale del Verona, reduce dalla super prestazione di Napoli. Il pressing e il costante movimento senza palla del centravanti della Fiorentina spinge Hien ad essere più volte fuori posizione. Kolasinac voto 6,5: Non è lui a soffrire più di tutti Nico Gonzalez, pur essendo sulla medesima corsia di competenza. Tiene botta, facendo valere fisicità ed esperienza. Holm voto 5,5: Primo tempo horror oscurato a metà da un buon secondo tempo. Scintille con Kouamé, che lo costringe a difendere in più di un’occasione; dall’89’ Hateboer s.v. De Roon voto 5: Fatica a fare filtro davanti alla difesa. Appare troppo nervoso nel secondo tempo. Pasalic voto 4,5: Flop totale del croato. Gasperini se ne accorge e lo richiama in panchina nell’intervallo; dal 46′ Ederson voto 5,5: Salva un gol sul tiro di Belotti, ma non incide come di consueto in fase di possesso. Ruggeri voto 5: Kolasinac corregge molti errori del ragazzo cresciuto nelle giovanili bergamasche, che appare piuttosto svagato nel corso del match; dal 60′ Bakker voto 5,5: Conferisce freschezza alla corsia mancina nerazzurra, ma si divora la rete dell’1-1 a tu per tu con Terracciano. Koopmeiners voto 4,5: Assente per gran parte dell’incontro, delude le aspettative di tifosi e addetti ai lavori. Non al top della condizione. Miranchuk voto 4: Il peggiore dei suoi nella prima frazione, per atteggiamento e giocate; dal 46′ Scamacca voto 5: Prova a battagliare con Milenkovic, ma riesce solo a fargli il solletico. Rischia persino il rosso nel finale, deludendo Spalletti in tribuna. Lookman voto 4,5: Sbaglia tantissimo nei primi 45 minuti, fino a toccare pochissimi palloni nella ripresa. Con un filtrante, però, serve a Bakker la miglior occasione della partita, sprecata malamente; dal 78′ Touré s.v.

Il Tabellino di Fiorentina-Atalanta

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Kayode, Milenkovic, Ranieri, Parisi; Mandragora, Bonaventura; Gonzalez, Beltran (dal 78′ Arthur), Kouamè; Belotti (dall’85’ Ikoné). All. V. Italiano.

ATALANTA (3-4-1-2): Carnesecchi; Djimsiti, Hien, Kolasinac; Holm (dall’89’ Hateboer), De Roon, Pasalic (dal 46′ Ederson), Ruggeri (dal 60′ Bakker); Koopmeiners; Lookman (dal 78′ Touré), Miranchuk (dal 46′ Scamacca). All. T. Gritti (Gasperini squalificato).

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani della sezione di Aprilia.

Marcatori: Mandragora 31′.

Ammoniti: Miranchuk (A), Mandragora (F), De Roon (A), Kouamé (F), Scamacca (A).