Il Bologna passeggia sulle ceneri di un Napoli che non c’è più e compie un passo decisivo verso la Champions. Altra prestazione da incubo degli azzurri al Maradona: sotto di due reti dopo 12′, i partenopei sbagliano anche un rigore con Politano. Di seguito le pagelle del Napoli, top e flop del Bologna e il tabellino del match.

Napoli-Bologna, la chiave della partita Napoli, che cosa ha funzionato Napoli, che cosa non ha funzionato Le pagelle del Napoli Top e flop del Bologna Il tabellino di Napoli-Bologna

Napoli-Bologna, la chiave della partita

Calzona recupera Kvara che completa il tridente con Politano e Osimhen. Sorprende Thiago Motta: Ravaglia tra i pali, c’è Urbanski a centrocampo, Ndoye, Zirkzee e Odgaard in attacco. Agli ospiti bastano 9′ per sbloccare il match: difesa azzurra in bambola, cross di Odgaard e per Ndoye è un gioco da ragazzi insaccare di testa. Dopo 3′ arriva anche il raddoppio: sugli sviluppi di un corner, spizzata di Calafiori e altro colpo di testa vincente, questa volta di Posch. Al 19′ rigore per il Napoli: Freuler tocca Osimhen e Pairetto non ha dubbi. Sul dischetto si presenta Politano, ma Ravaglia indovina l’angolo e salva gli emiliani.

Rivivi tutte le emozioni di Napoli-Bologna

Nella ripresa i partenopei provano a rimettersi in carreggiata, ma il Bologna è ben schierato in campo e concede pochissimo. L’occasione più ghiotta capita sui piedi di Osimhen, ma Ravaglia è ancora una volta super. Il risultato non cambia: Bologna momentaneamente terzo e sempre più vicino alla Champions.

Napoli, che cosa ha funzionato

Difficile trovare un aspetto positivo. L’unico a salvarsi è Osimhen, e non solo per il rigore conquistato. Pur non segnando, il nigeriano – prossimo protagonista del mercato estivo – è l’unico che lotta.

Napoli, che cosa non ha funzionato

Bisogna dirlo: il Napoli non c’è più. Svanito. Dissolto. Se dopo 12′ sei già sotto di due reti significa che non hai più voglia, che la testa è altrove. Ennesima prestazione da incubo della difesa: non si salva nessuno.

Le pagelle del Napoli

Meret 5: Sul primo gol è mal posizionato. Non dà mai la sensazione di trasmettere certezza al reperto, ma non è una novità. Di Lorenzo 4,5: Altra prestazione da incubo per il capitano. Si lascia sovrastare da Ndoye in occasione del vantaggio del Bologna: annus horribilis. A questo punto non resta che sperare che Spalletti lo rivitalizzi per gli Europei. Rrahmani 5: Travolto dalla furia e dalla fame degli avversari, proprio come tutti i compagni di reparto. Juan Jesus 5: Titolare per necessità, il brasiliano si rende protagonista dell’ennesima prestazione da dimenticare. Olivera 4,5: Sbaglia in entrambi i gol del Bologna: completamente in tilt. Mazzocchi (sv dall’82’). Anguissa 4,5: Vale lo stesso commento del post Udinese: ormai è una statua. Immobile. Posch segna sotto i suoi occhi e non fa nulla per ostacolarlo: l’involuzione è clamorosa. Traorè (sv dall’81’). Lobotka 5: Sfiora un gran gol, ma è l’unico guizzo di un sabato anonimo per via della pressione degli avversari che lo annullano. Cajuste 5,5: Qualche recupero nell’arco di una prova troppo timida. Raspadori (sv dal 73′). Politano 5: S’incarica di battere il rigore del possibile 1-2. E lo sbaglia. Ngonge (6,5 dal 61′: molto buono l’impatto sul match). Osimhen 6: L’unico che ci prova: si procurarsi il penalty e nella ripresa Ravaglia gli nega il gol con un miracolo. Kvaratskhelia 5,5: Recuperato all’ultimo momento, non riesce a dare la scossa. Ed è pure nervoso. Il Psg lo chiama: cosa farà Kvicha? Simeone (sv dall’82’).

Top e flop del Bologna

Ravaglia 7,5: Splendido il tuffo con cui neutralizza il rigore di Politano, poi si supera su Osimhen nella ripresa. Thiago Motta le indovina tutte. Ndoye 7: Primo gol stagionale dopo 9′ nel tempio di Diego. Ed è un sigillo pesantissimo, perché avvicina ferocemente il Bologna alla Champions. Posch 7: L’austriaco completa l’uno-due micidiale degli ospiti che in 12′ tramortiscono gli ormai ex campioni d’Italia. Odgaard 7: Il danese pennella per Ndoye, contribuendo in maniera decisiva al vantaggio dei felsinei. Calafiori 7: Il gioiello rossoblù spizza per Posch che raddoppia: un assist per far gioire i fantallenatori che hanno scommesso sulle sue qualità. In difesa giganteggia. Zirkzee 6,5: È vero: non ha segnato. Ma quanto è bravo a dialogare con i compagni. Prezioso anche in fase di ripiego. Freuler 6-: Causa il calcio di rigore pizzicando Osimhen. Un’ingenuità che rischiava di rimettere in gioco il Napoli, se non fosse stato per l’ottimo Ravaglia.

Il tabellino di Napoli-Bologna

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Olivera (82′ Mazzocchi); Anguissa (81′ Traorè), Lobotka, Cajuste (73′ Raspadori); Politano (61′ Ngonge), Osimhen, Kvaratskhelia (82′ Simeone). A disposizione: Contini, Gollini, Natan, Mario Rui, Lindstrom, Dendoncker, D’Avino, Ostigard. Allenatore: Francesco Calzona

Bologna (4-3-3): Ravaglia; Posch, Lucumì, Calafiori, Kristiansen; Freuler (82′ El Azzouzi), Urbanski (73′ Fabbian), Aebischer; Ndoye (56′ Saelemaekers), Zirkzee (73′ Castro), Odgaard (56′ Orsolini). A disposizione: Bagnolini, Skorupski, Ilic, Moro, Karlsson, Corazza, Lykogiannis, De Silvestri, Beukema. Allenatore: Thiago Motta

Arbitro: Luca Pairetto

Ammoniti: Kvaratskhelia, Cajuste, Lucumì

Marcatori: 9′ Ndoye, 12′ Posch

Note: Politano ha sbagliato un rigore al 21′