Anche il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin ha commentato la vicende delle scommesse nel calcio esploso in serie A, puntando il dito contro i giocatori. Il massimo dirigente europeo ha anche ammesso di aspettarsi la presenza dell’Italia ai prossimi Europei. 

Scommesse, Ceferin accusa i calciatoriScommesse, il caso della Premier LeagueCeferin confida nell’Italia agli Europei

Scommesse, Ceferin accusa i calciatori

Il caso scommesse nel calcio che sta sconvolgendo la serie A è seguito con attenzione anche dall’Uefa. Lo ha fatto capire il presidente Aleksander Ceferin, intervenuto alla Fiera del Libro di Francoforte. Secondo quanto riportato dall’agenzia LaPresse, Ceferin ha puntato il dito contro i giocatori che avrebbero scommesso, violando le regole della Figc. “I giocatori dovrebbero rappresentare un modello di comportamento – le parole del presidente dell’Uefa – alcuni lo sono, altri purtroppo no”.

Scommesse, il caso della Premier League

Quello delle scommesse da parte dei calciatori, d’altra parte, è un problema vivo, che si è manifestato non soltanto in Italia: in Premier League nella scorsa stagione ha fatto clamore il caso di Ivan Toney, attaccante del Brentford che è stato sospeso per 232 violazioni delle norme riguardanti le scommesse. L’attaccante inglese è stato sospeso per 8 mesi.  

Ceferin confida nell’Italia agli Europei

Durante il suo intervento a Francoforte, Ceferin ha anche parlato delle qualificazioni ai prossimi Europei, ammettendo di aspettarsi che l’Italia centri il traguardo e disputi le fasi finali da campione in carica. “L’Italia deve qualificarsi a Euro 2024, altrimenti sarebbe un disastro”, le parole del presidente dell’Uefa, che ha poi però fatto capire di credere fortemente nelle chance della Nazionale di Luciano Spalletti. “L’Italia è troppo importante – ha poi aggiunto Ceferin – Penso che vincerà con l’Ucraina“.

Scommesse, Corona attacca ancora la Juve: stavolta tira in ballo Allegri e i casinò