Si è disputata oggi la seconda fase del primo turno dei play-off di Serie C, con sei partite che hanno visto incrociarsi le squadre che hanno disputato la prima fase del girone contro le quarte classificate dei gironi, nel format di partite secche di 90 minuti senza supplementari né rigori.

Serie C, playoff: primi tempi, risultati parziali in parità Le squadre padrone di casa passano alla fase successiva: Atalanta U23, Triestina, Taranto, Casertana e Perugia Il Giana accarezza l’impresa ma alla fine la spunta la Triestina Il Perugia soffre ma ha la meglio contro il Rimini La Casertana elimina un’Audace sfortunata La Juventus Next Gen batte il Pescara nell’unico match che sconfessa il fattore campo Serie C, playoff: risultati e marcatori

Serie C, playoff: primi tempi, risultati parziali in parità

Cinque di questi match sono scattati alle 20:30, e dopo i primi tempi i risultati parziali di tutte erano bloccati sullo 0-0, eccezion fatta per Atalanta U23-Legnago: anche in questo caso pareggio, ma con un gol a testa, realizzato da Cissé per i bergamaschi al 19′ e da Svidercoschi per gli ospiti al 38′.

Il copione si ripete nella ripresa per quasi tutte, ma tra i match che non si concludono a reti bianche si inscrive anche Triestina-Giana Erminio. Al Nereo Rocco i padroni di casa arrivavano con due risultati utili su tre per poter passare alla fase nazionale, mentre gli ospiti, dopo il netto 3-0 alla Pro Vercelli del primo turno, intendevano capitalizzare una stagione regolare sontuosa.

Le squadre padrone di casa passano alla fase successiva: Atalanta U23, Triestina, Taranto, Casertana e Perugia

Grazie alla rete di Malomo all’85’, in risposta al vantaggio parziale di Fall tre minuti prima, la squadra di Bordin ha conquistato l’accesso agli spareggi nazionali. Idem sentire per tutte le altre squadre di casa nei match iniziati alle 20:30: Taranto-Picerno, Casertana-Audace Cerignola (Girone C) e Perugia-Rimini (Girone B) si sono concluse con degli 0-0, e quindi le formazioni ospitanti hanno passato il turno in virtù della loro migliore posizione in classifica dopo la stagione regolare. Atalanta U23 e Legnago Salus confermano l’1-1 alla fine dei 90 minuti più recupero.

Il Giana accarezza l’impresa ma alla fine la spunta la Triestina

Tornando al match tra Triestina e Giana Erminio, come abbiamo potuto intuire dai risultati la sfida si è accesa sul finale, ma è dopo i 90′ regolamentari che si assiste ad una ulteriore fiammata a seguito di un’azione dal corner. Gli ospiti infatti hanno accarezzato il vantaggio, con un possibile gol frutto di una girata di Perna passato da un colpo al palo sottoposto però a revisione da parte del VAR: l’arbitro conferma quindi che la palla non è entrata, con sommo sconforto da parte della squadra allenata da Chiappella.

Il Perugia soffre ma ha la meglio contro il Rimini

Una spigolatura esecrabile per quanto riguarda invece Perugia-Rimini: a quanto pare si sono uditi dei fischi da parte di alcuni frangenti della tifoseria ospite durante il minuto di silenzio in memoria degli operai scomparsi recentemente in provincia di Palermo.

Parlando invece dell’aspetto sportivo, i padroni di casa soffrono contro un Rimini che in particolare nella ripresa mette davvero sotto pressione gli umbri, sino ad avvicinarsi all’occasione del vantaggio con Semeraro.

La Casertana elimina un’Audace sfortunata

Al Pinto la spunta la Casertana, approfittando anche del fatto che gli ofantini si sono resi non sufficientemente pericolosi nell’area avversaria. Eppure la squadra di Raffaele si è dimostrata al tempo stesso propositiva in diversi frangenti, mancando però la possibilità di capitalizzare le occasioni in porta (spicca la parata di Venturi contro il tiro velenoso di Visentin al 39′). E alla prese pure con l’infortunio al capocannoniere D’Andrea.

Domani mattina, dalle 09:30, è previsto il sorteggio che definirà gli accoppiamenti della fase successiva. Ricordiamo che le seconde classificate sono Padova, Torres ed Avellino, mentre le terze sono Vicenza, Carrarese e Benevento.

La Juventus Next Gen batte il Pescara nell’unico match che sconfessa il fattore campo

Decisamente più scoppiettante il risultato dell’unica partita iniziata alle 21:00, quella tra Pescara e Juventus Next Gen, nonché unico match che sfata il fattore campo di stasera. La selezione bianconera ha la meglio sugli abruzzesi 3 gol a 1: gli ospiti vanno subito il vantaggio al 6′ con Sekulov. Gli U23 rischiano però di trovarsi scoperti dietro giocando alti, e il Pescara prova ad approfittarne. Ma gli juventini in ogni caso mantengono le redini del match, per abbassarsi un po’ nella ripresa mentre la squadra di Cascione prova a fare la partita.

Guerra firma il raddoppio nel recupero, ma al 97′ Cuppone accorcia le distanze. Tuttavia la Juve NG non vuole concedere nulla, e Mbangula in contropiede e al nono minuto del recupero sigla il definitivo 3-1 per i bianconeri, sancendo così l’accesso della Juventus alla fase nazionale dei play-off.

Serie C, playoff: risultati e marcatori

Girone A
Atalanta U23-Legnago Salus 1-1
Marcatori: 19′ Cissé (A), 38′ Svidercoschi (L)

Triestina-Giana Erminio 1-1
Marcatori: 82′ Maguette Fall (G), 85′ Malomo (T)

Girone B
Perugia-Rimini 0-0

Pescara-Juventus Next Gen 1-3
Marcatori: 6′ Sekulov (J), 90’Guerra (J), 93′ Milani (P), 96′ Mbangula (J)

Girone C
Casertana-Audace Cerignola 0-0

Taranto-Picerno 0-0