Nuovi guai per Luis Rubiales. L’ex presidente della federcalcio spagnola, finito nell’occhio del ciclone per il bacio rubato alla calciatrice Jenni Hermoso al momento della premiazione dopo il successo della Spagna ai Mondiali di calcio femminile, è stato arrestato non appena ha messo piede sul suolo spagnolo dopo essere rientrato dalla Repubblica Dominicana.

Rubiales portato con un furgone in tribunale L’ex presidente ha anticipato il ritorno a Madrid Rubiales risponde alle accuse in un’intervista

Rubiales portato con un furgone in tribunale

Appena è sceso dall’aereo a Barajas, Rubiales ha trovato ad attenderlo la polizia che lo ha caricato immediamente su un furgone per portarlo in tribunale a deporre, visto che è indagato dal tribunale numero 4 di Majadahonda per i reati di riciclaggio di denaro, corruzione imprenditoriale, amministrazione scorretta e appartenenza ad un’organizzazione criminale.

L’ex presidente ha anticipato il ritorno a Madrid

Rubiales sarebbe dovuto tornare a Madrid sabato 6 aprile, ma i suoi legali hanno assicurato all’agenzia EFE che il ritorno di Rubiales non è dovuto alla convocazione del magistrato, ma piuttosto al suo desiderio di tornare il prima possibile. Rubiales è stato caricato su un furgone della polizia per impedirgli di uscire attraverso la zona riservata al resto dei passeggeri del Terminal 1 di Barajas ed è scortato dalla Guardia Civil lungo le strade di Madrid.

Rubiales risponde alle accuse in un’intervista

Luis Rubiales nei giorni scorsi aveva rotto il silenzio con un’intervista che andrà in onda su La Sexta e di cui sono state diffuse alcune anticipazioni in cui l’ex presidente della Federclacio smentisce molte delle informazioni diffuse dalla Spagna e giustifica i suoi viaggi durante il suo mandato alla RFEF: “Che succede, che il presidente della Federazione spagnola deve vivere in una bolla fuori dalla società?” Rubiales, per il quale la Procura ha chiesto due anni e mezzo di reclusione per il bacio non consensuale e la successiva coercizione di Jenni, viveva da diverse settimane a Punta Cana mentre in Spagna aspettavano il suo ritorno per essere arrestato.