La rifondazione tecnica che attende la Juventus appare inevitabile: a cominciare dalla guida tecnica, per finire ai singoli reparti. E il restyling non risparmierà l’attacco, dove Moise Kean e Arek Milik sembrano sul punto di partenza.

Juventus, sliding doors in attacco Juventus, Giuntoli vuole Boniface Juve, Boniface costa 40 milioni

Juventus, sliding doors in attacco

Il tutto al netto di quella che sarà l’evoluzione della situazione-Chiesa, restiamo nel campo delle “prime punte”: e questa potrebbe essere l’estate delle “porte scorrevoli”, per usare un’espressione abbastanza abusata. Milik è in uscita: se il primo anno a Torino era stato buono, in questa seconda stagione il polacco ha performato al di sotto dei suoi standard, e il club bianconero sembra orientato a non confermarne il prestito. Discorso simile per Kean, che già in inverno era volato destinazione Atletico Madrid, salvo poi dover tornare causa condizioni fisiche non ottimali.

Juventus, Giuntoli vuole Boniface

Di conseguenza, Giuntoli si sta muovendo, e se il primo colpo sembra essere Felipe Anderson, nelle ultime ore sta spuntando anche un altro nome, quello di Victor Boniface. attaccante del Bayer Leverkusen. Caratteristiche molto simili a quelle di Osimhen, quando i tedeschi lo hanno preso dai belgi dell’Union Saint-Gilloise lo hanno pagato una ventina di milioni, valutazione almeno raddoppiata dopo i 16 gol stagionali e i 9 assist di quest’anno in 25 presenze tra Bundesliga ed Europa League.

Juve, Boniface costa 40 milioni

Il contratto del nigeriano scade nel 2028, visto che ha firmato per il Leverkusen il 22 luglio del 2023: ma Giuntoli si è messo all’opera e potrebbe seriamente corteggiare il giocare di Xabi Alonso anticipando gli altri club europei. Ma servirà un tesoretto cospicuo per ingolosire il Bayer e affondare il colpo evitando di trascinare la trattativa fino a fine mercato: il club tedesco valuta il nigeriano sui 40 milioni di euro e non scenderà al di sotto di tale cifra.

Juventus, le strategie di Giuntoli per il futuro