Se domandate ad un tifoso della Juventus, che sia allegriano oppure anti, dove vorrebbe che la società intervenisse in modo prioritario nel prossimo mercato tutti risponderebbero in coro: a centrocampo. Ma l’esigenza l’avverte lo stesso Cristiano Giuntoli chiamato ora in maniera seria a metterci del proprio per risollevare le sorti della Vecchia Signora. Il prescelto è già stato ampiamente individuato in Teun Koopmeiners, tuttofare dell’Atalanta con un enorme difetto rappresentato dall’ingente costo del cartellino.

La valutazione di Koop e le possibili contropartite Con Allegri o senza, la Juve lo vuole comunque Il problema Arthur e la soluzione Amrabat

La valutazione di Koop e le possibili contropartite

Dunque, Koopmeiners. Ma come mettere insieme i 60 milioni richiesti dall’Atalanta per il suo gioiello? Questa è una bella domanda alla quale soltanto Giuntoli può dare una risposta. Ma sacrificio è la parola d’ordine per la Juventus, disposta a mettere sul piatto anche qualcuno dei suoi baby talenti graditi alla Dea. Due nomi che spiccano in questo momento sono quelli di Matias Soulé e di Dean Huijsen. Ma in passato è venuto fuori pure quello di Fabio Miretti. Naturalmente, a seconda della pedina scelta, cambia anche il corrispettivo economico da versare nelle casse nerazzurre.

Con Allegri o senza, la Juve lo vuole comunque

Teun Koopmeiners sarebbe per la Juve un acquisto che prescinderebbe da ogni tipo di guida tecnica. Se restasse Max Allegri, il 26enne olandese verrebbe probabilmente inserito all’interno di questo contesto tattico come mezz’ala con licenza di attaccare e inserirsi. Ma anche se arrivasse un nuovo allenatore, la priorità resterebbe sempre il talento ex AZ Alkmaar. Pure perché a centrocampo la penuria di qualità è evidente oltre che sintetizzata anche nei numeri: solo 6 gol ha portato in dote il reparto mediano (4 Rabiot, 1 Locatelli e 1 Miretti).

Il problema Arthur e la soluzione Amrabat

Ecco perché i tasselli da inserire potrebbero chiaramente essere più di uno. Magari attingendo ad una delle tante opportunità che il mercato offre. Ad esempio c’è Sofyan Amrabat che fa rientro a Firenze dopo il prestito poco proficuo al Manchester United. Il mediano marocchino potrebbe fare al caso della Juve che ci pensa e che potrebbe sfruttarlo anche per consentire ad Arthur di restare in riva all’Arno. La Fiorentina non ha nessuna possibilità di riscattare il brasiliano alle condizioni prestabilite ma con uno scambio l’affare sarebbe possibile.