Nell’anno della consacrazione di suo padre Simone, allenatore dell’Inter della seconda stella, Tommaso Inzaghi entra nel calcio in una veste inedita per questa dinastia. Ha ottenuto la licenza FIFA, è un procuratore a tutti gli effetti dopo aver conseguito la laurea in Inghilterra, a Londra, la capitale britannica dove è approdato già durante gli studi in un noto liceo romano e ha proseguito la sua carriera universitaria.

Tommaso Inzaghi procuratore FIFA Gli studi a Roma e a Londra La collaborazione con Pastorello L’incontro tra Simone Inzaghi e Alessia Marcuzzi

Tommaso Inzaghi procuratore FIFA

Il primogenito dell’allenatore interista e della conduttrice Alessia Marcuzzi ha soltanto 23 anni, ma ha saputo costruire i presupposti perché l’ambizione di fare il proprio ingresso nel calcio con un ruolo proprio. Un percorso scolastico solido, assai puntuale e specialistico, l’ingresso in una delle più importanti agenzie di settore: il traguardo l’ha festeggiato con Federico Pastorello, non a caso titolare dell’agenzia P&P Sport Management con cui Inzaghi collabora già da qualche tempo.

Un riferimento nel settore, anche se Pastorello non cura gli interessi del tecnico ex Lazio, seguito da Tullio Tinti altro nome celebre e rilevante in questo settore.

[iol_placeholder type=”social_instagram” id=”C7y1wn4IYCo” max_width=”540px”/]

Gli studi a Roma e a Londra

Di Tommaso sappiamo quel che è stato condiviso soprattutto da sua madre, la presentatrice Alessia Marcuzzi che ha partecipato attivamente al percorso del suo primogenito.

Classe 2001, nato quando la relazione tra Simone e Alessia era al culmine per entrambi delle rispettive carriere professionali, ha studiato a Roma per poi trasferirsi a Londra, dicevamo.

Si è laureato nel 2022 in business dei media all’università di Westminster, per poi accelerare nel mondo del lavoro avvicinandosi al mondo degli agenti sportivi. Non ha mai amato apparire, essere in primo piano come accaduto ai suoi genitori. Si è ritagliato uno spazio tutto suo, pur nutrendo una indubbia passione epr il pallone, come padre e zio, il celebre Filippo Inzaghi.

La collaborazione con Pastorello

Con l’agenzia di Pastorello ha collaborato inizialmente come scout, ma ora lo farà da procuratore vero e proprio. Finora si è diviso tra la capitale britannica, Roma e Milano e nel curriculum ha anche la co-fondazione dell’agenzia di eventi e intrattenimento Gipsy Tales, attenta al marketing e alle strategie social.

Oggi la soddisfazione di un traguardo che rilancia la sua figura in un ambito professionale dove gli Inzaghi non si erano ancora cimentati.

L’incontro tra Simone Inzaghi e Alessia Marcuzzi

Tommaso è il primogenito di Simone Inzaghi e di Alessia Marcuzzi. Il loro è stato un amore essenziale, fresco e pulito che entrambi rammentano con un certo affetto tant’è che la stessa conduttrice è stata testimone di Gaia Lucariello, moglie del tecnico interista al suo matrimonio con l’allenatore.

Quando Simone Inzaghi viene tesserato dalla Lazio di Claudio Lotito è la stagione 1999-2000; a Roma sta bene, si ambienta subito e poi – vista la notorietà di cui godeva già Alessia Marcuzzi – la loro storia rimane riservata per poco. La coppia vive una relazione sotto i riflettori, eppure fresche e genuina, molto interessante per i paparazzi che sono continuamente presenti nell’esistenza di entrambi.

Simone Inzaghi e Alessia Marcuzzi fotografati quando erano una coppia

La loro è una famiglia piena, ricca e molto legata pur essendo stata la loro separazione quasi inattesa all’epoca. Tommaso ha vissuto a Roma, dove suo padre ha allenato a lungo la Lazio e ha stretto un legame forte con la tifoseria che lo ha apprezzato anche durante la fase più delicata dello strappo con Claudio Lotito.

Con lui era all’Olimpico e così anche a San Siro, con i fratelli minori per festeggiare e celebrare la seconda stella che porta la firma di suo padre, oggi in attesa del rinnovo contrattuale promesso dal neo presidente Beppe Marotta.