Un sesto posto, miglior risultato stagionale. Sprazzi di vero Lewis Hamilton nel Gran Premio di Miami. Il 7 volte campione del mondo si è scrollato di dosso un po’ di polvere e ha messo sulla pista della Florida una prestazione appunto da iridato di lungo corso. Una buona notizia per i tifosi della Ferrari che non vedono l’ora di abbracciarlo il prossimo anno. E il pilota inglese non vede l’ora di gettarsi nella nuova avventura come conferma lui stesso nell’intervista alla CBS.

F1, Hamilton chiama la Ferrari: “Voglio tornare a vincere” F1, Hamilton saluta la Mercedes: “Non me ne vado perchè infelice” Lewis Hamilton, il sogno F1 e il mondiale: ieri, oggi e domani Hamilton, i complimenti a Lando Norris a Miami

F1, Hamilton chiama la Ferrari: “Voglio tornare a vincere”

In un’intervista alla CBS Lewis Hamilton si è lasciato sulla sua voglia di tornare alla vittoria. Il 7 volte campione del mondo, promesso sposo della Ferrari, non vede il gradino più alto del podio praticamente da tre stagioni. L’ultimo successo è arrivato a Jeddah 2021, poi c’è stato Abu Dhabi, quel mondiale perso in un ultimo polemicissimo giro per mano di Verstappen (e un po’ dell’allora race director Michael Masi…) e quindi i nuovi regolamenti che hanno visto la Mercedes sprofondare nel semianonimato al cospetto del regno Red Bull e di sua maestà Max.

Hamilton alle soglie dei 40 anni sa di non avere molto tempo per tornare a vincere e per provare a prendersi quell’8° titolo che lo metterebbe davanti a tutti nella classifica all-time. Per farlo Lewis ha scelto la Ferrari e la Ferrari ha scelto lui per tornare a lottare per il titolo. Pur senza nominarla apertamente, Hamilton ripone molte speranze nel suo futuro a Maranello:

“Naturalmente esisto per vincere, e quando non si vince la prospettiva delle cose cambia. In questo caso si tratta solo di inseguire e migliorare. Il problema è il come. Sono 3 anni che ne ho abbastanza di tutto ciò, voglio tornare dove mi compete”.

[iol_placeholder type=”social_facebook” url=”https://www.facebook.com/Formula1/posts/pfbid02nRic4i8UxNWuWwBo8mzSPf9DcPCWaTcs13HAqzL5fHCMB2QnjNjMAbFL5BBZ7a12l”/]

F1, Hamilton saluta la Mercedes: “Non me ne vado perchè infelice”

Separati in casa dopo un lungo e felice matrimonio. Sono Lewis Hamilton e la Mercedes. L’inglese ha preso un po’ in contropiede Toto Wolff comunicandogli il suo addio, per di più per legarsi alla competitor Ferrari. Ma tant’è, cosa fatta capo ha, Lewis non smette mai di ringraziare la scuderia di Brackley per avergli dato la possibilità di fare incetta di titoli e vittorie:

“Per me, questa avventura è stata molto emozionante. Non me ne vado perché sono infelice o per problemi di altra natura. Mercedes mi ha sostenuto da quando avevo 13 anni, amo questo marchio. Sono stati con me anche quando le cose non andavano bene.

Lewis Hamilton, il sogno F1 e il mondiale: ieri, oggi e domani

Alla precisa domanda “Qual era il tuo sogno impossibile?”, Lewis Hamilton ha risposto molto candidamente: “Arrivare alla Formula 1. Vincere un campionato del mondo“. Poi l’inglese ha anche parlato del suo essere un modello, dei suoi messaggi alle future generazioni, le sue battaglie fuori dalla pista: “Non avrei mai pensato che avrei contribuito a creare più diversità nello sport, nel settore, all’interno delle aziende con cui lavoro. Penso che si sogni più in grande che si può . E puoi avere tutti i sogni che vuoi, e inseguirli tutti.”

Hamilton, i complimenti a Lando Norris a Miami

Tra i tanti, come tanti, anche Lewis Hamilton una volta tagliato il traguardo del Gran Premio di Miami si è andato subito a complimentare con il vincitore Lando Norris al suo primo Gp conquistato in carriera.

[iol_placeholder type=”social_facebook” url=”https://www.facebook.com/reel/934829115048519″/]