Ferrari tirata a lucido con tante novità, almeno dal punto di vista cromatico, meno da quello aerodinamico quella che si presenta in Florida davanti al media day alla vigilia delle prime prove libere che apriranno il week end del Gran Premio di Miami sesta tappa del Mondiale di F1. Impossibile però per tutti, da Vasseur ai piloti Sainz e Leclerc ma anche lo stesso Hamilton che l’anno prossimo si vestirà di rosso, evitare l’argomento Adrian Newey che ha detto addio alla Red Bull e che, al di là del gardening, è libero sul mercato dei tecnici con buone chance di approdare a Maranello.

Il tutto mentre dall’altra parte del cielo, in casa Red Bull, continua a respirarsi un’aria pesante, nonostante si continui a vincere, 4 doppiette in 5 gare, con buone possibilità di calare il pokerissimo nella prima gara degli Stati Uniti. E se Max Verstappen si concentra sulla pista, papà Jos getta benzina sul fuoco (e qui Hockenheim ’94 centra poco) con dichiarazione che fanno capire quale aria tira dalle parti di Milton Keys.

F1, Ferrari a Miami con tante novità “estetiche”, Vasseur predica calma F1, Ferrari a Miami pensando ad Adrian Newey F1, a Miami Hamilton parla già da ferrarista e chiama Newey F1 Gran Premio di Miami: il programma del week end

F1, Ferrari a Miami con tante novità “estetiche”, Vasseur predica calma

La Ferrari che si è presentata giovedì al media day del Gran Premio di Miami era piena di novità. Per ora solo estetiche, nel colore e nella denominazione. Per la prima volta la Scuderia Ferrari sarà griffata da Hewlett-Packard (HP). E poi si è vistauna Ferrari diversa anche cromaticamente. Con interessanti variazioni Azzurro La Plata e Azzurro Dino sul classico rosso del cavallino rampante.

Colore diverso ma SF-24 uguale a se stessa, almeno per il momento. La Ferrari ha deciso di rinviare a Imola, come programmato, il nuovo pacchetto di aggiornamenti aerodinamici. Il team principal Fred Vasseur carica l’ambiete ma come al solito resta coi piedi per terra:

“Torniamo a confrontarci con il format della Sprint che abbiamo un po’ patito in Cina. Lo facciamo su un circuito molto diverso, sul quale stavolta abbiamo a disposizione i dati delle ultime due stagioni – ha spiegato Vasseur sul sito ufficiale della Rossa -. Ci aspettiamo di fare meglio rispetto a due settimane fa e sono convinto che ne abbiamo il potenziale, specie considerato quanto sono vicini i valori in campo alle spalle di chi comanda il campionato. Di nuovo sarà importante sfruttare al meglio l’unica sessione di prove libere che avremo a disposizione, soprattutto per lavorare sulla qualifica, che ultimamente ci ha visto faticare più del dovuto”.

F1, Ferrari a Miami pensando ad Adrian Newey

A movimentare i giorni di avvicinamento al week end del Gran Premio di Miami, che prevederà anche la seconda Sprint Race della stagione, c’è stata la “bomba” dell’addio di Adrian Newey alla Red Bull. Il “genio” dell’aerodinamica ha chiuso con la scuderia di Milton Keys, con tutte le ripercussioni che potrebbero scaturirne sul fronte Verstappen, ed è quindi appetibile sul mercato dei tecnici.

Nella giornata di martedì c’è stato un incontro a Londra tra Vasseur e lo stesso Newey, con il manager francese che ha raggiunto soltanto in un secondo momento la squadra a Miami per il Gran Premio che andrà in scena in questo fine settimana. Di contro secondo fonti ben informate pare che Newey abbia già rispedito al mittente l’offerta dell’Aston Martin nonostante Lawrence Stroll avesse messe sul piatto parecchi soldoni (si parla di 100 milioni in 4 anni).

F1, a Miami Hamilton parla già da ferrarista e chiama Newey

Impossibile negarlo. Tra i motivi che spingerebbero Adrian Newey ad accettare l’offerta della Ferrari ci sarebbe anche la possibilità di lavorare con Lewis Hamilton, uno dei grandi campioni della F1 che manca alla sua “collezione”. E proprio di Newey e di Ferrari ha parlato il 7 volte campione del mondo in conferenza stampa a Miami:

“Se dovessi fare una lista di persone con cui vorrei lavorare, lui sarebbe in cima. Quando sono entrato in McLaren la macchina era un’evoluzione del suo lavoro, per cui mi sentivo un privilegiato. Abbiamo visto che i team dove ha lavorato sono stati sempre grandi avversari per tutti.

Se ho espresso alla Ferrari e al presidente Elkann il desiderio di avere con me Newey? Parlo spesso con Vasseur e Elkann, ma non ho un contatto diretto con il team Ferrari, anche perché sono concentrato a come batterli in pista in questa stagione”.

F1 Gran Premio di Miami: il programma del week end

Venerdì 3 maggio
18:30 Prove Libere
22:30 Qualifica Sprint Sabato 4 maggio
18:00 Sprint
22:00 Qualifiche Domenica 5 maggio
22:00 Gara

Consulta il calendario della stagione 2024 di Formula 1