Da un campionissimo all’altro, 14 titoli Mondiali di Formula 1 equamente distribuiti. Michael Schumacher e Lewis Hamilton sono il GOAT della F1. L’inglese l’unico a battere in epoca recentemente i record che Schumi ha riscritto in pista e fuori. I due dal 2025 avranno anche un’altra cosa in comune, la Ferrari. Proprio su un ricordo della stella di Kerpen e sul parallelo con l’arrivo a Maranello dell’inglese si è soffermato l’ex pilota Giancarlo Fisichella che pure nel 2009 ha corso la parte finale della stagione con la rossa del cavallino rampante.

Come sta Schumacher, la speranza di Fisichella F1, Fisichella: “Schumacher sarebbe stato un ottimo team principal” Schumacher, Fisichella: “Vorrebbe l’8° titolo di Hamilton in Ferrari”

Come sta Schumacher, la speranza di Fisichella

Lo scorso 29 dicembre si è consumato il triste anniversario dell’incidente di Schumi sugli sci sulle nevi di Meribel. Che ha messo di fatti la parola fine alla vita pubblica del Kaiser tedesco. Su Schumacher non si sa nulla da diversi anni. Se nei giorni immediatamente successivi all’incidente di Meribel c’erano diverse comunicazioni, ufficiali e non con tante fughe di notizie, col passare del tempo la scelta di mantenere il silenzio da parte della famiglia, Corinna e i figli Gina Maria e Mick, ha di fatto “oscurato” qualsiasi aggiornamento sulle condizioni di Schumi.

Le poche parole quasi sempre le stesse affidate ad amici, vedi Jean Todt (unico ad aver accesso a casa Schumi) ed ex colleghi del mondo della F1 che raccontano aneddoti sul passato in pista e fuori di Michael. Proprio come l’augurio mista a speranza di Giancarlo Fisichella, che con Schumacher ha condiviso la pista per anni, in una recente intervista a OCB Scores ripresa dal Daily Mail:

“Non conosco le sue condizioni perché nessuno lo sa, ma gli auguro solo il meglio e spero che possa tornare presto”.’

F1, Fisichella: “Schumacher sarebbe stato un ottimo team principal”

Chi è stato Giancarlo Fisichella in F1. Il “Fisico” come soprannominato nel circus è stato un pilota che ha esordito in F1 il 10 marzo del 1996 con quella grande fucina di talenti, che era la Minardi. Da lì ha corso per diverse scuderie: Jordan, Benetton, ancora Jordan e Sauber, Renault e poi Force India. Nel 2009 la grande occasione, dopo l’infortunio di Massa in Ungheria viene chiamato dalla Ferrari. Ma quella Ferrari era in declino e Fisico non riuscì mai ad arrivare a punti con la rossa. Fisichella ha disputato 231 gran premi ottenendo 275 punti iridati. Ha vinto in totale tre Gran Premi (Brasile 2003, Australia 2005 e Malesia 2006), forse meno di quello che il suo talento e la sua costanza gli avrebbero permesso. Ha conquistato quattro pole position (Austria 1998, Australia 2005, Malesia 2006 e Belgio 2000).

Con Schumacher ha dato vita a diverse battaglie in pista, i due erano molto amici, entrambi giocavano nella Nazionale Piloti, e proprio nel 2009 in Ferrari il loro destino era legato a doppio filo visto che Schumi provò a rientrare dopo il ko di Massa ma dovette rinunciare per un problema alla schiena conseguenza di una caduta dalla moto. La Ferrari scelse il collaudatore Badoer che dopo poche gare fu sostituito proprio da Fisichella che di Schumacher dice:

“So che Schumacher sarebbe stato un ottimo team principal”.

Schumacher e Fisichella nel box Ferrari al Gran Premio di Monza del 2009

Schumacher, Fisichella: “Vorrebbe l’8° titolo di Hamilton in Ferrari”

Su una cosa Giancarlo Fisichella è sicuro, se Schumacher fosse ancora nel giro e potesse dire la sua sul colpo che la Ferrari ha fatto prendendo Lewis Hamilton dal 2025, direbbe: “Di sicuro, Michael Schumacher sarebbe felice di vedere Lewis Hamilton guidare per la Ferrari l’anno prossimo e vincere il campionato, perché no? Sono certo che Schumi spiegherebbe a Lewis semplicemente che Ferrari è una scuderia fantastica. È un po’ diverso dai team inglesi in termini di atmosfera, è un po’ più come una famiglia. Si sentirà subito parte della squadra rossa. Questo è molto importante quando entri in un nuovo ambienti, sentirti accolto calorosamente”.

Federica Masolin a ruota libera su Leclerc, Hamilton e il suo addio alla F1