C’è chi ride e chi si dispera. Sempre così dopo la prima giornata di prove. Non fa differenza il Gran Premio di Francia. Il venerdì di Le Mans finisce per premiare Jorge Martin e Francesco Bagnaia, belli e pimpanti, ma anche un inedito Fabio Quartararo in top ten con la sua bistrattata Yamaha M1. Finisce dietro la lavagna invece Marc Marquez che ha avuto una giornataccia: 9° nelle libere, caduto a inizio prequalifiche e poi mai in ritmo fino a non centrare il pass per il Q2.

MotoGP Le Mans, Bagnaia forte fin da subito: “Vi spiego il perchè” MotoGP Francia, Martin: “Va tutto davvero bene” MotoGP Le Mans, Marquez mastica amaro: “Venerdì da buttare”

MotoGP Le Mans, Bagnaia forte fin da subito: “Vi spiego il perchè”

Non il solito venerdì. Ed è una notizia trattandosi di Francesco Bagnaia. Il due volte campione del mondo ci ha abituato a week end in crescendo, a partire cauto, centellinando passo e gomme prima di scatenarsi tra il sabato e soprattutto la domenica come successo due settimane fa in Spagna. Ed invece secondo miglior tempo. Secondo tempo, negli scarichi di Jorge Martin.

Insomma un inedito per Pecco che però spiega il motivo di questo suo higher già dal venerdì: “A dire il vero è il secondo venerdì che partiamo col piede giusto, ed è un bene perchè altrimenti ogni volta non è facile partire da così lontano, non sempre si riesce a mettere tutto a posto. Qui mi sono trovato bene sin dal mattino, non mi riusciva da un sacco di tempo, sono contento”.

Bagnaia entra nel merito ma senza svelare dettagli: “C’è una questione tecnica che abbiamo apportato che mi fa andare più forte, non lo posso dire altrimenti ci copiano. Purtroppo in certe cose io sono un po’ più lento, nell’adattamento a certe situazioni, avevo bisogno di una moto che rimanesse costante e dopo Jerez siamo riusciti a trovare la quadra. Quando sono passato al primo giro ed ero già quarto quasi non ci credevo”.

MotoGP Francia, Martin: “Va tutto davvero bene”

Primo al mattino, primo al pomeriggio. Non fa differenze Jorge Martin specie quando si tratta di spingere fin da subito. Martinator di soprannome e di fatto lo spagnolo che pare deciso a riscattare in toto lo “zero” di Jerez mettendo però dapprima nel mirino la specialità della casa, la Sprint Race di domani. Per ora va tutto bene per lui:

“Non è stato facile, al mattino mi son trovato bene, nel pomeriggio invece ho avuto qualche problema, poi abbiamo fatto un setup più vicino a Marquez e Bagnaia e mi sono trovato bene. Sono ottimista, il passo è veramente veloce, con le gomme mi trovo bene, stiamo facendo bene, sono contento!”

MotoGP Le Mans, Marquez mastica amaro: “Venerdì da buttare”

Marc Márquez visibilmente e non solo arrabbiato per la sua giornataccia dopo il venerdì del Gran Premio di Francia che lo ha visto dapprima per le terre e poi fuori dalla top ten che dava l’accesso direttamente al Q2. Lo spagnolo non è soddisfatto del suo ritmo e delle sue sensazioni. Ha ammesso i propri errori e la direzione sbagliata con la moto.

“Lo avevo detto, primo o poi sarebbe arrivato questo tipo di venerdì. È successo a Le Mans. Adesso è il momento di reagire. Nel pomeriggio, fin dall’inizio, non mi sentivo molto a mio agio, sia ​​per l’assetto, sia per il mio stile di guida, per tutto. Ora proveremo a reagire, passeremo attraverso la Q1 che non è il massimo, ma proveremo a reagire”.

Marquez prova a spiegare la caduta e il non essere riuscito a raddrizzare il turno con la seconda moto: “Sono caduto in uno dei settori in cui soffrivo, infatti è quello in cui ho sofferto di più nel tentativo di giro, la moto non girava, ho provato a forzare e sono finito a terra. La seconda moto era ok, simile alla prima ma penso che la direzione che abbiamo preso questo pomeriggio forse non era quella giusta. Poi nel time attack finale ho incontrato prima la bandiera gialla e poi ho commesso un errore, succede…”

[iol_placeholder type=”social_twitter” url=”https://twitter.com/MotoGP/status/1788920007713341946″ profile_id=”MotoGP” tweet_id=”1788920007713341946″/]