Jorge Martin non ha perso tempo: è lui il dominatore della sessione di qualifiche per la gara d’apertura del motomondiale 2024, capace di stampare un super tempo (1’50″789, addirittura un secondo più basse rispetto alla pole 2023) con la Ducati Pramac che ha permesso alla casa di Borgo Panigale di confermare la tradizione favorevole sul circuito di Lusail (nona pole assoluta: nessuna pista ha vinto una Ducati partire davanti a tutte così tante volte).

Bastianini in prima fila, Bagnaia parte quinto Bezzecchi partirà da dietro: solo 17eseimo Le parole di Martin: “Super felice, ora testa alla sprint”

Bastianini in prima fila, Bagnaia parte quinto

Martin ha saputo sfruttare nel migliore dei modi le potenzialità della sua Desmosedici, confermando quanto era già emerso sull’asciutto nel corso della FP1 di ieri. In prima fila accanto allo spagnolo partiranno Aleix Espargaro, già secondo nelle libere su un’Aprilia che dimostra di trovarsi a suo agio sui curvoni di Lusail, ed Enea Bastianini, con la prima Ducati del team factory, staccati rispettivamente di 83 e 86 millesimi dalla pole position.

Pecco Bagnaia, che ha mostrato ancora una volta qualche problema all’anteriore (già emerso nella giornata di ieri), scatterà dalla quinta posizione della griglia, avendo accumulato un ritardo di 139 millesimi. E accanto a sé avrà nientemeno che Marc Marquez, che ha chiuso sesto a meno di due decimi dal connazionale.

Bezzecchi partirà da dietro: solo 17eseimo

In mezzo alle Ducati si è inserita la KTM di Brad Binder, a sua volta piuttosto veloce come già aveva mostrato di essere nelle prime libere. Terza fila per Di Giannantonio, il rookie Acosta ed Alex Marquez, mentre in quarta partiranno Vinales, Miller e Fernandez, quest’ultimo autore di una caduta sul finire della sessione. Non si è qualificato per la Q2 Marco Bezzecchi, a riprova di un feeling con la propria moto ancora non al top (scatterà dalla 17esima piazzola).

Le parole di Martin: “Super felice, ora testa alla sprint”

Il poleman di giornata si è detto soddisfatto al termine delle qualifiche: “Sono molto felice perchè tutto è andato come doveva andare”, spiega Martin.Non ho spinto al 100%, ma ho trovato comunque un buon compromesso dopo che già ieri avevo avuto sensazioni positive. Abbiamo fatto un notevole passo avanti, ma non abbiamo fatto ancora nulla. Pensiamo ora alla sprint del pomeriggio, poi cercheremo di lavorare anche in funzione della gara di domani. era importante però partire bene e siamo in linea con ciò che ci aspettavamo”.