Un altro pareggio ancora per il Bari – che non sa più vincere da tre mesi – ha fatto infuriare i tifosi che vedono la Serie C sempre più vicina. E’ 1-1 contro il Cittadella e le polemiche contro De Laurentiis e il suo staff non si placano, anzi aumentano: dopo la forte contestazione del tifo organizzato, quattro tifosi sono arrivati anche ad aggredire il direttore sportivo Ciro Polito dopo averlo riconosciuto e fermato in un autogrill (nei pressi di Occhiobello). Quattro allenatori cambiati nel corso della stagione, per De Laurentiis jr., (che battono anche il record del Napoli) e tensione alle stelle per i tifosi biancorossi che non si sono accontentati delle spiegazioni fornite dal DS Polito.

Bari, l’aggressione del direttore sportivo Ciro Polito ad opera degli ultrà Serie B, la situazione difficile del Bari e la classifica Bari, ultima partita in casa per non retrocedere in Serie C

Bari, l’aggressione del direttore sportivo Ciro Polito ad opera degli ultrà

L’episodio esecrabile è avvenuto ieri intorno alle 20-21 di ieri sera. Il direttore sportivo del Bari stava rientrando da Cittadella in auto con la moglie dopo il pareggio e si è fermato all’Autogrill di Occhiobello (in provincia di Rovigo).. Durante una sosta, è stato riconosciuto e fermato da un gruppetto di tifosi. Tra i supporters e il DS Polito c’è stato un acceso diverbio che è poi sfociato in spintoni e offese. Ma non finisce qui: Polito è stato poi anche ferito nell’aggressione da due dei quattro tifosi presenti, ma fortunatamente non è stato necessario il ricovero in ospedale.

È stata depositata una denuncia dal DS e il Bari sta collaborando con le autorità nell’indagine, avendo acquisito i filmati dell’area di servizio. Al momento, il club non rilascerà comunicati ufficiali ma la tensione nell’ambiente è alle stelle.

Serie B, la situazione difficile del Bari e la classifica

Un ambiente diventato sempre più tossico con il passare delle settimane, dopo anche l’ultimo episodio di insulti alla giornalista in tv che ha fatto scalpore, nonostante l’incondizionato sostegno di una tifoseria presente in ogni dove. Da Mignani a Marino, da Marino a Iachini, fino ad arrivare a Federico Giampaolo, promosso dalla Primavera per provare a salvare una barca che sembra comunque in procinto di affondare. A 90 minuti dalla fine, il Bari è terzultimo a quota 38, assieme all’Ascoli (17esimo posto zona play-out) e con la Ternana a -2 (16esimo posto zona play-out), con la salvezza a tre punti.

Bari, ultima partita in casa per non retrocedere in Serie C

Si chiama Brescia l’ultima speranza per il Bari. In casa al San Nicola si disputerà venerdì 10 maggio alle 20:30 l’ultima partita per restare aggrappati alla Serie B. Feralpi Salò e Lecco sono già retrocesse e il Bari attualmente è in 18esima posizione. Il Brescia è già aritmeticamente ai play off ma, visto l’ottavo posto in classifica, si potrebbe giocare tutto all’ultima giornata per provare a scalare di almeno due posizioni, per avere delle fasi finali più agevoli e superare in classifica anche Sampdoria e Palermo in caso di vittoria.