Un giorno all’improvviso il Cagliari ritrova la luce: vittoria casalinga per 4-2 contro la Salernitana per un successo casalingo che mancava in casa da quasi due mesi. La apre Lapadula dopo 12 minuti con un gol strepitoso in cui parte in velocità e fa secco Ochoa in uscita. Fourneau annulla ma il VAR che convalida la sua posizione di partenza. In piena emergenza attaccanti (senza Luvumbo, Petagna e Pavoletti) ci pensano Gaetano e Shomurodov che incantano con i loro gol tutti in contropiede sul filo del fuorigioco. Non bastano le due reti flash della Salernitana con Kastanos (56′) e Maggiore (58′) con i granata che si portano sotto sul 3-2 a. Chiude i giochi al 76′ il secondo gol dell’uzbeko ex Roma che ancora una volta viene aiutato da un allampanato Fazio che la combina grossa per tre volte di seguito. I sardi volano alla 13 esima posizione in classifica a quota 26, i granata invece restano a soli 14 punti e non sanno più cosa voglia dire la parola ‘vittoria’ che manca dal 30 dicembre 2023.

Cagliari-Salernitana, la chiave tattica della partita I top e flop del Cagliari I top e flop della Salernitana Cagliari-Salernitana: il tabellino del match

Cagliari-Salernitana, la chiave tattica della partita

Sorpresa tattica per i padroni di casa che passano dal 4-4-1-1, delle precedenti gare, al 4-2-3-1. Ranieri alza Nandez in posizione di ala destra, con Gaetano trequartista centrale, Jankto ala sinistra e Lapadula punta unica in avanti. Liverani, invece, conferma la difesa a quattro per la Salernitana, per la seconda volta consecutiva, e schiera il 4-3-1-2 con Candreva a supporto di Tchaouna e Weissman. Parte bene la Salernitana in avvio di gara che cerca la costruzione dal basso e la compattezza al centro del campo. Ranieri chiede ai suoi di utilizzare gli esterni per andare in profondità e di lanciare lungo il pallone verso Lapadula, come nel caso dell’azione del gol dell’1-0 e del lancio in avanti per Jantko. Il Cagliari, per contenere maggiormente la pressione offensiva dei granata, dopo mezz’ora di gioco passa al 4-4-2 con Nandez e Jankto abbassati in linea con i centrocampisti e con solo Gaetano a supporto di Lapadula.

Ad inizio secondo tempo Ranieri sostituisce Gaetano per Shomurodov e ritorna al 4-2-3-1. Liverani invece sostituisce Manolas e inserisce Pirola al suo posto, spostando Fazio come centrale destro di difesa ma i granata restano, ancora una volta, troppo deboli proprio in fase difensiva nel subire i contropiede e la velocità degli attaccanti sardi sulle palle lunghe in profondità. Dopo due gol flash della Salernitana, Ranieri per ridare una scossa in fase offensiva cambia tutto: al 67′ entrano Azzi e Viola al posto di Nandez e Jankto e Oristanio in avanti al posto di Lapadula ormai esausto.

Clicca qui per rivivere tutti i momenti salienti di Cagliari-Salernitana

I top e flop del Cagliari

Shomurodov 8.5. Gioca dall’inizio del secondo tempo e va a segno dopo 6 minuti dalla sua entrata in campo: sullo stesso schema in ripartenza del Cagliari, riceve palla lunga in profondità e ribatte in rete dopo la respinta iniziale di Ochoa. Al 75′ fa un gol pazzesco: ancora una volta in profondità, fa secco Fazio e ribatte in rete dopo una prima parata del portiere granata su un suo pallonetto. Lapadula 8. Fa un gol strepitoso al 12′ quando su lancio lungo di Zappa va in profondità, aggancia la palla, scarta Ochoa, mette palla a terra e scarta anche un difensore in scivolata nel tentativo di evitare il gol. Dopo il check del VAR è valida la sua posizione di partenza. Gaetano 7.5. Prima il gol annullato per fuorigioco e poi dopo due minuti la gioia per un gol quasi fotocopia: ripartenza in profondità, palla lunga in avanti poi dribbling e gol. Jankto 6.5. Si divora un gol al 17′ quando su palla lunga era a tu per tu con Ochoa, posizione poi chiamata in fuorigioco dopo il pesante errore sotto porta. Zappa 6.5. Assist per Lapadula al 12′ su cross lungo in avanti. Scuffet 6. Parata su Tchaouna al 30 su tiro velenoso dalla distanza. Mina 5.5. Si fa anticipare da Kastanos sul gol del 3-1.

I top e flop della Salernitana

Kastanos 7. In attacco ha qualche guizzo ma non riesce a cambiare le sorti di una gara compromessa. Trova il gol del 3-1. Ammonito al 72′, salterà la gara contro il Lecce in quanto diffidato. Maggiore 6.5. Di testa da calcio d’angolo trova il gol a sopresa del 3-2 dopo due minuti esatti dal primo gol granata. Candreva 6. Non una prestazione brillante ma il suo cross da calcio d’angolo, che funge da assist per Maggiore, riapre la gara. Tchaouna 6. Al 30′ fa partire un tiro dalla distanza con una grande potenza e velocità ma respinto da Scuffet. Zanoli 5.5. Si perde Gaetano che si inserisce nel buco lasciato dal terzino sulla destra quando recupera si fa scartare come un birillo e non impedisce al centrocampista del Cagliari di far gol. Trova un assist al 56′ per Kastanos sul gol del 3-1. Fazio 3. All’11’ di gioco si perde Lapadula che si inserisce tra lui e Manolas e arriva al gol. Salva di testa una rete quasi certa al 32′. Viene spostato in posizione di centrale destro di difesa ma fa peggio di prima dimenticandosi totalmente di Shomurodov che si inserisce alle sue spalle e mette a segno il gol del 3-0 Cagliari. Concede anche il 4-2 del Cagliari quando prima ribatte una palla su Shomurodov, poi si fa saltare come un birillo e non riesce ad evitare il gol.

Cagliari-Salernitana: il tabellino del match

CAGLIARI (4-2-3-1): Scuffet; Zappa, Mina, Dossena, Augello (77′ Wieteska); Makoumbou, Deiola; Nandez (66′ Azzi), Gaetano (46′ Shomurodov), Jankto (66′ Viola); Lapadula (66′ Oristanio). All. Ranieri.

SALERNITANA (4-3-1-2): Ochoa; Zanoli (74′ Sambia), Manolas (46′ Pirola), Fazio, Bradaric; Coulibaly (74′ Gomis), Maggiore, Kastanos (88′ Basic); Candreva; Weissman (65′ Simy), Tchaouna. All. Liverani.

ARBITRO: Fourneau di Roma
RETI: 13′ Lapadula (C), 40′ Gaetano (C), 52′ Shomurodov (C), 56′ Kastanos (S), 58′ Maggiore (S), 76′ Shomurodov (C
NOTE: Ammoniti: 70′ Augello (C), 73′ Kastanos (S), 85′ Sambia (S)

Clicca qui per rivedere tutti i risultati stagionali del Cagliari