Un gol in avvio, un altro in chiusura di gara: il Borussia Dortmund piega 2-0 il PSV Eindhoven e stacca il visto per i quarti di finale di Champions League. Passano i tedeschi, e non è una bella notizia per la Serie A nella corsa al quinto posto per il prossimo anno, e vanno a casa gli olandesi, protagonisti comunque di una prestazione generosa. PSV che può recriminare per un palo di Lozano e per una clamorosa occasione divorata da De Jong nella ripresa.

Borussia Dortmund subito avanti con Sancho PSV pericoloso con Lozano, poi la chiude Reus Champions League, le qualificate ai quarti

Borussia Dortmund subito avanti con Sancho

Dopo l’1-1 dell’andata in Olanda non ci sono troppi calcoli da fare: chi vince passa il turno, chi perde esce. Pronti via e il risultato si sblocca dopo 3′. Avvio tambureggiante del Borussia che approfitta di un errato disimpegno avversario e va subito a segno con Sancho, autore di un gran tiro dal limite col destro. Fullkrug chiede un rigore, Orsato dice di no. Ma i tedeschi insistono e sfiorano a più riprese la seconda marcatura. Ci prova soprattutto l’ex Malen, pericoloso in due circostanze: niente da fare.

PSV pericoloso con Lozano, poi la chiude Reus

Nella ripresa il PSV Eindhoven guadagna metri e inizia ad affacciarsi minaccioso dalla parte del portiere avversario. Una buona occasione capita tra i piedi di Lozano, che coglie il palo. L’ex napoletano è uno dei migliori in campo dei suoi, che tirano un sospiro di sollievo quando il VAR annulla il gol del raddoppio di Fullkrug: offside per l’attaccante giallonero. Nel finale gli olandesi premono e sfiorano il gol del pareggio con De Jong. Ma al 5′ di recupero è Reus a chiudere tutti i giochi, con la rete che scatena la festa del Signal Iduna Park.

Champions League, le qualificate ai quarti

Si completa dunque il quadro delle qualificate ai quarti di finale, protagoniste del sorteggio Champions di venerdì. Nel lotto ci saranno Paris Saint-Germain, Bayern Monaco, Real Madrid, Manchester City, Barcellona, Arsenal e Borussia Dortmund. Sorteggio integrale, senza teste di serie e con possibilità anche di derby per le formazioni dello stesso paese. Il Borussia Dortmund sulla carta è la meno attrezzata del lotto. Ma ha un fattore in più: il suo stadio talismano.