Eccoli i paperoni d’Italia. Forbes ha pubblicato la lista dei miliardari del Bel Paese, le personalità che all’8 marzo 2024 hanno un patrimonio dichiarato superiore al miliardo di dollari. Sono 72 in tutto e tra questi figurano parecchi “sportivi”. Basket, calcio, vela. Più tante aziende da sempre vicine allo sport attraverso sponsorizzazioni. La lista è ricca di diversi nomi che sono familiari agli appassionati di tutti gli sport. Scopriamo di chi si tratta.

Forbes: tanto sport tra i primi 10 paperoni d’Italia La classifica dei miliardari d’Italia: Elkann davanti a Berlusconi Gli altri “sportivi” di Forbes, da Arvedi a Percassi a Iervolino

Forbes: tanto sport tra i primi 10 paperoni d’Italia

In prima posizione, con un patrimonio stimato di 43,8 miliardi di dollari (beato lui) c’è Giovanni Ferrero, l’imprenditore piemontese della Nutella e dei dolci, confermatosi al vertice della classifica. In seconda posizione una new entry: Andrea Pignataro, bolognese, fondatore di Ion Group, specializzato nell’acquisizione di aziende nel campo dei dati e delle tecnologie finanziarie, con un patrimonio di 27,5 miliardi di dollari. Sul gradino più basso del podio il primo degli “sportivi”, Giorgio Armani: 11,3 miliardi di dollari il patrimonio del celebre stilista, patron della mitica Olimpia Milano di basket. In top ten anche Piero Ferrari, figlio del “Drake”, e Patrizio Bertelli e Miuccia Prada, coniugi al vertice di Prada, gruppo che con Luna Rossa è in gara nell’America’s Cup di vela.

Giovanni Ferrero (Ferrero): 43,8 miliardi di dollari Andrea Pignataro (Ion Group): 27,5 miliardi di dollari Giorgio Armani (Giorgio Armani SpA): 11,3 miliardi di dollari Giancrlo Devasini (Tether): 9,2 miliardi di dollari Piero Ferrari (Ferrari): 8,6 miliardi di dollari Massimiliana Landini Aleotti e famiglia (Menarini): 7,6 miliardi di dollari Sergio Stevanato e famiglia (Stevanato Group): 7 miliardi di dollari Patrizio Bertelli (Prada): 6,4 miliardi di dollari Miuccia Prada (Prada): 6,4 miliardi di dollari Paolo Rocca (Techint) e Gianfelice Mario Rocca (Techint): 5,6 miliardi di dollari

La classifica dei miliardari d’Italia: Elkann davanti a Berlusconi

Per arrivare a John Elkann, che attraverso Exor è al vertice tanto della Juventus che della Ferrari, bisogna scorrere la classifica fino al 38mo posto: per il nipote prediletto di Gianni Agnelli un patrimonio stimato di 2,6 miliardi di dollari. Davanti a lui Renzo Rosso e famiglia, al timone di OTB e del Vicenza (Serie C), sistemato in 28ma posizione con 3,7 miliardi di dollari. Più indietro Marina e Pier Silvio Berlusconi (Fininvest), i due eredi principali designati da Silvio Berlusconi, che controllano ancora il Monza, formazione al secondo anno di fila in massima serie e in lotta per un piazzamento nelle coppe europee: per loro 2,1 miliardi di dollari a testa e il 42mo posto nella graduatoria.

Gli altri “sportivi” di Forbes, da Arvedi a Percassi a Iervolino

Più indietro altri presidenti di squadre di Serie A e Serie B. Si parte dalla 49ma posizione di Giovanni Arvedi, patron delle omonime Acciaierie Arvedi, presidente onorario della Cremonese: 1,8 miliardi di dollari per lui. C’è poi Antonio Percassi, patron di Odissea e dell’Atalanta, 56mo in classifica con un patrimonio di 1,6 miliardi di dollari. Alle sue spalle Barbara, Eleonora e Luigi Berlusconi, altri eredi di Silvio, tra la 63ma e la 65ma posizione con 1,2 miliardi di dollari a testa. Quindi al 68mo posto Simona Giorgetta, Marco Squinzi e Veronica Squinzi di Mapei, al vertice del Sassuolo (Serie A): per loro 1,1 miliardi di dollari a testa. Chiude la classifica il presidente della Salernitana, Danilo Iervolino, con “appena” (si fa per dire) un miliardo di dollari.