Anche oggi rischiamo di vedere scattare nella 19a tappa la Mortegliano-Sappada di 157 km, la Maglia Rosa Tadej Pogacar. La frazione offre al leader indiscusso della corsa a tappe, l’occasione per centrare l’ennesima prova in salita. Il tracciato presenta una progressiva ascesa, senza strappi veri per i primi 95 km, più o meno. Poi la situazione cambia radicalmente, nell’ultimo terzo della frazione.

Si comincia a salire, con pendenze tra il 9,7 e il 18%, lungo i 4 k che portano al Passo Duron, Gran premio della montagna di seconda categoria. Quindi, l’attacco alla Sella Valcalda, GPM di terza categoria che non dovrebbe creare scossoni prima dei 20 km di scalata fino alla Cima Sappada, con gli ultimi km verso il Gpm di seconda categoria che possono lasciare il segno per le pendenze fino al 15%. Un accenno di discesa permette di rifiatare prima dell’ultima trappola, un tratto al 10% a 2 km dall’arrivo.

LEGGI – Giro d’Italia 2024: la Startlist. Squadre, nomi e numeri di gara dei 176 corridori