Di grande suggestione e potere evocativo, la tappa odierna del Giro d’Italia: la 6° tappa dell’edizione 2024, la Torre del Lago Puccini (Viareggio)-Rapolano Terme per una lunghezza totale pari a 180 km. La frazione di ieri, 9 maggio 2024, è stata vinta con un certo stupore da Benjamin Thomas che è riuscito non solo a tenersi sempre aventi in fuga, ma a superare allo sprint Michael Valgren e a annullare definitivamente l’azione intrapresa da Pietrobon.

La frazione di oggi prevede per il gruppo un programma con tratti sterrati. Sono 3 i settori speciali, per circa 12 km complessivi: i primi due tratti sterrati fanno parte del percorso della Strade Bianche, il terzo è inedito. I primi 70 km della giornata sono in pianura, senza sussulti. Il copione comincia a cambiare con l’ascesa verso Volterra, con il Gran premio della montagna di quarta categoria. Il percorso poi diventa una successione di piccoli strappi fino al settore sterrato di Vidritta che sfocia nel tratto di Bagnaia, dove le pendenze aumentano fino al 15% e la selezione diventa inevitabile. A Serre di Rapopiano, a circa 5 km dal traguardo, le pendenze raggiungono il 20% c’è la chance di fare la differenza prima dell’arrivo in salita.

LEGGI – Giro d’Italia 2024: la Startlist. Squadre, nomi e numeri di gara dei 176 corridori