Gianluigi Buffon protagonista e mattatore al Festival della Serie A di Parma. Città in festa per la promozione in massima serie e Gigi sereno a pochi giorni dal via degli Europei con la Nazionale azzurra. Buffon che, peraltro, ha chiuso la sua carriera agonistica proprio a Parma, la società in cui aveva debuttato giovanissimo in A e dove aveva assaporato i primi trionfi nel grande calcio.

Buffon difende Donnarumma: “Gigio punto di riferimento” L’Italia e il cammino a Euro2024: il pronostico di Gigi La previsione di Buffon sul Napoli: “Secondo se va male”

Buffon difende Donnarumma: “Gigio punto di riferimento”

Per l’ex numero uno di Parma, Juventus e Paris Saint-Germain, oltre che naturalmente della Nazionale italiana, le critiche e i mugugni nei confronti di Gigio Donnarumma sono assolutamente fuori dal mondo. “Portieri meglio di Gigio faccio fatica a trovarne”, ha tuonato Buffon. “Ci sono momenti della stagione che fanno sì che qualcuni possa far meglio. Ma la verità è che lui, Courtois e i tedeschi, Neuer e Ter Stegen, sono i punti di riferimento nel panorama europeo”.

L’Italia e il cammino a Euro2024: il pronostico di Gigi

Quindi sul cammino degli Azzurri a Euro2024. C’è un po’ di apprensione per le condizioni di Barella e anche per la prestazione offerta dalla Nazionale di Spalletti nell’ultimo test di Bologna contro la Turchia, ma Gigi è assolutamente sereno: “Sulla carta siamo una Nazionale che ha l’ambizione di poter arrivare in fondo e di poter primeggiare. Ci sono Nazionali come Francia, Inghilterra e forse la Spagna che possono avere qualcosa in più. La Germania ha alti e bassi e va compresa”.

La previsione di Buffon sul Napoli: “Secondo se va male”

Infine uno sguardo pure al prossimo di campionato di Serie A, anche se tutto è in divenire e molte squadre di vertice devono ancora ufficializzare il nuovo allenatore. Chi lo ha fatto è il Napoli e per Buffon Conte, se dovesse andar male, arriverà comunque molto in alto: “Il Napoli se va male arriva secondo. Quindi grande attenzione, secondo me è anche molto bello che ci sia stata questa unione fra la passione e il colore di Napoli e Conte. I ragazzi sanno sicuramente che faranno un’esperienza unica, vicina al mistico”.