Scocca l’ora di Federico Gatti. Il difensore della Juventus, già preallertato da Spalletti dopo il forfait di Acerbi, si unirà al resto del gruppo a Coverciano all’ora di pranzo in seguito al brutto infortunio rimediato da Scalvini nel finale del recupero tra Atalanta e Fiorentina.

Italia, Scalvini out: Gatti raggiunge gli azzurri a Coverciano Gatti nel solco di Bonucci e Chiellini: un lottatore per il ct La favola di Gatti: l’ex muratore pronto a giocare l’Europeo

Italia, Scalvini out: Gatti raggiunge gli azzurri a Coverciano

Oggi avrebbero dovuto fare scalo a Coverciano Scamacca e Scalvini, ma soltanto l’attaccante dell’Atalanta sarà agli ordini di Luciano Spalletti. Per il difensore orobico il sogno Europeo svanisce nel peggiore dei modi: rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Toccherà dunque a Gatti raggiungere il centro tecnico federale. Il centrale della Juve arriverà all’ora di pranzo di quello che è un giorno speciale per gli azzurri. Già, la Nazionale si prepara ad accogliere i ‘Fantastici 5’ numeri 10 che hanno scritto la storia del calcio italiano: da Antognoni a Roberto Baggio, da Del Piero a Rivera, fino a Francesco Totti.

Gatti nel solco di Bonucci e Chiellini: un lottatore per il ct

Il forfait di Acerbi, per ammissione dello stesso ct, è di quelli pesanti perché l’Italia perde un tassello fondamentale del blocco Inter. E l’infortunio di Scalvini complica ancor più i piani di Spalletti per la duttilità del talento dell’Atalanta. Con Federico Gatti la Nazionale potrà contare su un colosso di 190 centimetri che nell’ultima stagione si è rivelato un punto fermo della difesa a 3 di Allegri come braccetto di destra. Dovesse essere chiamato in causa, il 25enne di Rivoli – uno che non si sottrae quando c’è da lottare – potrebbe tornare molto utile sulle palle inattive: sono quattro, infatti, i gol messi a segno nelle 32 presenze in campionato. Dunque, un altro difensore della Juventus al servizio dell’Italia: Bonucci e Chiellini hanno trovato in Gatti il loro erede in azzurro. Riuscirà ad essere all’altezza dei suoi predecessori?

La favola di Gatti: l’ex muratore pronto a giocare l’Europeo

Certo, fino a quando Spalletti non renderà nota la fatidica lista dei 26 convocati nessuno ha la garanzia di far parte del gruppo che volerà in Germania per Euro 2024. Ma quella di Gatti è già una favola. La sua è una storia di enormi sacrifici. Per guadagnarsi da vivere, infatti, faceva il muratore di giorno per poi allenarsi di sera “tra fango, campi ghiacciati e freddo” come ha raccontato in un post. Perché ha iniziato dal basso con un solo obiettivo: arrivare il più in alto possibile. Missione compiuta: dai dilettanti ha scalato categorie fino ad approdare in B col Frosinone e quindi in A con la Juve con cui ha vinto una Coppa Italia. Ora l’azzurro della Nazionale e la possibilità di partecipare agli Europei.