Ottava partecipazione per la Repubblica Ceca a un Europeo. La selezione guidata da Ivan Hasek dovrà vedersela con Turchia, Georgia e Portogallo nel Gruppo F. L’obiettivo è quanto meno superare la fase a gironi: missione possibile, dal momento che i cechi hanno perso solo una delle ultime 12 gare disputate.

Come si è qualificata Chi è il ct Come gioca e la stella I possibili concovati

Come si è qualificata

A condurre la Repubblica Ceca a Euro 2024 è stato Jaroslav Silhavy, che si è dimesso a sorpresa dopo l’incontro decisivo con la Moldavia vinto 3-0. Sulla sua decisione ha pesato dalla fuga in discoteca di tre calciatori, poi cacciati dal ritiro della nazionale, a poche ore proprio dalla sfida con la Moldavia. I biancorossi hanno staccato il pass per la Germania chiudendo in vetta a pari punti con l’Albania nel Gruppo E, ma piazzandosi secondi per via degli scontri diretti. Un risultato tutt’altro che scontato, visto che del girone faceva parte anche la Polonia di Lewandowski e Zielinski, finita terza. Quindici i punti collezionati in otto partite, frutto di quattro vittorie, tre pareggi e un solo ko.

Chi è il ct

Da inizio 2024 la nazionale ceca è stata affidata al sessantenne Ivan Hasek, che ha vinto entrambe le amichevoli disputate a marzo contro Norvegia e Armenia. Si tratta di un ritorno, il suo. Già, perché aveva già guidato la selezione nel 2009, poco dopo essere stato eletto presidente della Federcalcio ceca, per poi allenatore in Arabia Saudita, Qatar ed Emirati Arabi. La sua ultima sfida prima di ‘tornare a casa’ è stata nel 2021/22 al timone del Libano con cui ha fallito la qualificazione al Mondiale in Qatar.

Come gioca e la stella

La Repubblica Ceca adotta in genere la difesa a 3 con un trequartista a ispirare le due punte del Bayer Leverkusen campione di Germania Schick e Hlozek. Il primo ha giocato anche in Italia con le maglie di Sampdoria e Roma, anche se l’esperienza in giallorosso si è rivelata fallimentare. Si è poi rilanciato in Bundesliga e in questa stagione ha contribuito a scrivere la storia dell’undici di Xabi Alonso con i suoi 13 gol tra le varie competizioni. La stella della squadra è il capitano Tomas Soucek, centrocampista e punto di forza del West Ham. Ben sette i gol in Premier League per il 29enne, chiamato a prendere per mano la Repubblica Ceca agli Europei.

La probabile formazione (3-4-1-2): Stanek; Zima, Krejci, Holes; Jurasek, Soucek, M. Sadilek, Provod; Sulc; Schick, Hlozek.

La stella: Tomas Soucek

I possibili concovati

Portieri: Jindřich Staněk (Viktoria Plzeň), Matej Kovar (Bayer Leverkusen), Ales Mandous (Slavia Praga)

Difensori: Tomas Vlcek (Slavia Praga), Tomas Holes (Slavia Praga), David Jurasek (Hoffenheim), Ladislav Krejci (Sparta Praga), Martin Vitik (Sparta Praga), Adam Gabriel (FC Midtjylland), David Zima (Slavia Praga), Jaroslav Zeleny (Sparta Praga)

Centrocampisti: Ondrej Lingr (Feyenoord), Vaclav Cerny (Wolfsburg), Alex Král (Union Berlin), Lukas Masopust (Slavia Praga), Lukas Provod (Slavia Praga), Lukas Sadilek (Sparta Praga), Tomas Soucek (West Ham), Antonin Barak (Fiorentina)

Attaccanti: Pavel Sulc (Viktoria Plzen), Matej Jurasek (Slavia Praga), Patrik Schick (Bayer 04 Leverkusen), Adam Hlozek (Bayer 04 Leverkusen), Mojmir Chytil (Slavia Praga), Tomas Chory (Viktoria Plzen)

La maggior parte dei calciatori su cui farà affidamento il ct Hasek gioca con lo Slavia o lo Sparta Praga. Tra i pali l’estremo difensore titolare dovrebbe essere Staněk, ma occhio a Kovar, portiere di coppa del Bayer Leverkusen, travolto in finale di Europa League dall’Atalanta. In difesa occhi puntati su Vitik, il cui nome è stato più volte accostato a club italiani come il Napoli. Della spedizione europea fa parte anche Barak, centrocampista della Fiorentina col vizietto del gol.