Win or go home. Vincere o andare a casa. La Virtus il mantra lo ha ripetuto più volte nella testa sul volo che l’ha portata a Vitoria, dove stasera (ore 20,30, diretta Sky Sport e Dazn) si giocherà la seconda carta per accedere ai play-off, che in tal caso comporterebbero di nuovo un viaggio in Spagna, stavolta nella tana dei campioni in carica del Real Madrid. Che attendono di conoscere se sarà Bologna o il Baskonia l’avversaria nella sfida play-off al meglio delle 5 partite, quella che in un modo o nell’altro potrebbe rappresentare per le Vu nere una perfetta rappresentazione di coraggio, intraprendenza e voglia di spingersi oltre i propri limiti, e che darebbe certo anche lustro a tutto il cammino fatto in Eurolega.

Una settimana dopo è di nuovo sfida decisiva Banchi ha la ricetta: “Gestire il ritmo e lottare a rimbalzo” Virtus al completo, Baskonia senza il gigante Moneke

Una settimana dopo è di nuovo sfida decisiva

La vittoria di Istanbul contro l’Efes è stata un messaggio scagliato nel bel mezzo della tempesta. Perché arrivata dopo 7 ko. consecutivi, perché tale da sorprendere per il modo e anche per la determinazione agonistica con la quale è arrivata. Un fioritura di primavera nel bel mezzo dell’ondata di freddo che ha spazzato via le belle giornate un po’ in tutta Europa, una controtendenza che pure a Luca Banchi non deve essere dispiaciuta.

E che adesso pone Bologna come la mina vagante nella sfida che assegna l’ultimo posto play-off, pensando anche alla brutta botta incassata dal Baskonia in casa del Maccabi martedì scorso e memori del ko. di una settimana fa alla Segafredo Arena (che di fatto consente ai baschi di poter usufruire del fattore campo), quando la Virtus un po’ s’è buttata via nel finale di partita. Un errore da non commettere per non mandare all’aria quanto di straordinario fatto in casa dell’Efes soltanto 72 ore prima.

Banchi ha la ricetta: “Gestire il ritmo e lottare a rimbalzo”

Banchi che la ricetta per provare a sbancare Vitoria l’ha individuata in fretta: “Gestione del ritmo, consistenza difensiva e lotta al rimbalzo saranno le chiavi per provare a portar via quello di cui andiamo in cerca. Siamo contenti di esserci garantiti questa opportunità, ora spetta solo e soltanto a noi completare l’opera.

Il Baskonia ha tanto talento offensivo e solidità in difesa, ma in una singola partita tutto può succedere. Li abbiamo studiati bene una settimana fa, dovremo migliorare alcuni dettagli per riuscire a far nostra la contesa. Non sarà facile, ma esserci guadagnati questa opportunità ha un valore straordinario per tutto il nostro ambiente”.

Virtus al completo, Baskonia senza il gigante Moneke

La Virtus che scenderà in campo a Vitoria avrà gli stessi 12 a referto, con Mascolo e Lomasz sacrificati sull’altare del turnover. Il Baskonia ha molti più problemi: Chima Moneke è out (distorsione alla caviglia), così come Khalifa Diop. Il pericolo maggiore risponde al nome di Marcus Howard, che sta viaggiando a 19.3 punti di media a partita (34 a Bologna una settimana fa). Ma stasera sarà tutta un’altra storia: almeno questo è quel che promette Bologna.

Che in base all’esito della partita della Fernando Buesa Arena saprà anche quando giocare con Reggio Emilia il terzultimo turno di LBA: in caso di vittoria sarà domenica alle 20,30, altrimenti lunedì, sempre alle 20,30. L’auspicio è che si possa fare domenica: a buon intenditor…