Altra giornata di Europei a Roma e altro oro per l’Italia grazie a Sara Fantini che vince a sorpresa la medaglia dal metallo più prezioso nel lancio del martello grazie a una prestazione incredibile. Leggera delusione invece nei 200m, con Filippo Tortu che arriva un po’ scarico dopo l’ottima prestazione di ieri e chiude con l’argento, mentre Fausto Desalu arriva 5°. Niente da fare nemmeno per Luca Sito, che chiude 5° anche lui provato dall’ottima prestazione di ieri. Italia con 8 ori e 17 medaglie totali al momento in questa edizione degli Europei.

Sito quinto nei 400, vince Doom Fantini oro nel lancio del martello Niente da fare per Tortu, beffato nel finale Zoghlami ottavo nel 3000 siepi, Bouih 14°

Sito quinto nei 400, vince Doom

Niente da fare per Luca Sito, che dopo aver registrato il nuovo primato nazionale nei 400 metri (44”75) nella giornata di ieri, oggi non è riuscito a ripetersi, arrivando stanco al rettilineo finale e chiudendo quinto con il tempo di 45”04. A vincere è stato Alexander Doom in 44”15 davanti a Charlie Dobson (44”38) e Liemarvin Bonevacia (44”88).

Fantini oro nel lancio del martello

È di Sara Fantini l’unico oro di giornata. Con cinque lanci oltre i 70 metri e 74.18 come miglior risultato (primato stagionale), l’atleta classe ’97 sorprende tutti mettendosi alle spalle la leggenda polacca Wlodarczyk (72.92) e la francese Loga (72.68). Un’oro (l’ottavo) a sorpresa per l’Italia in questo Europeo di Roma.

Niente da fare per Tortu, beffato nel finale

Se Fantini è stata la sorpresa in positivo della giornata, Tortu può essere considerata la – leggera – delusione. Dopo l’incredibile prestazione di ieri, quando aveva chiuso con il tempo di 20.14, Filippo oggi si è fatto rimontare dallo svizzero Mumenthaler nel rettilineo finale, dove è apparso un po’ senza energie. Chiude dunque indossando l’argento al collo con 20.41 un Tortu visibilmente deluso – ma che si è comunque migliorato rispetto al bronzo della passata edizione – arrivato alle spalle di Mumenthaler con 20.28 e davanti all’altro svizzero Reais (20.47). Quinto posto invece per Fausto Desalu (20.59).

Zoghlami ottavo nel 3000 siepi, Bouih 14°

Doppietta francese nei 3000 siepi maschili, con Miellet che chiude davanti a tutti con il tempo di 8’14″01. Alle sue spalle si posiziona Bedrani con 8’14″36, mentre chiude il podio il tedesco Bebendorf con 8’15″08. Niente da fare per Osama Zoghlami, che ha tenuto testa ai primi fino ai 300 metri finali, quando è scivolato indietro fino a chiudere all’ottavo posto con il tempo di 8’21”09, mentre finisce 14° l’altro azzurro Yassin Bouih con 8’27”29.