L’Italia Under 17 è campione d’Europa. Gli azzurri di Massimiliano Favo battono in finale i pari età del Portogallo e si aggiudicano il prestigioso titolo continentale. I nostri già protagonisti in avvio, col gol del vantaggio firmato da Coletta. Dopodiché, sale in cattedra il milanista Camarda con una rete nel primo tempo e un’altra nella ripresa per chiudere definitivamente i conti. Considerati i pronostici della vigilia, si tratta di una vera e propria impresa della nazionale, nella speranza che possa essere di buon auspicio anche per i “grandi”.

Italia-Portogallo, la chiave della partita I top e flop dell’Italia I top e flop del Portogallo Italia-Portogallo: il tabellino del match

Italia-Portogallo, la chiave della partita

Bella e convincente. Così abbiamo visto l’Italia in questo cammino europeo. Poi ci sono le finali che, solitamente, sono cariche di tensione e difficilmente consentono alle squadre di esprimersi al massimo delle loro potenzialità. Invece, gli azzurrini non risentono dell’atmosfera dell’evento, dando vita a un inizio di gara incredibile con l’uno-due firmato da Coletta e Camarda dopo appena 15 minuti. Il Portogallo appare stordito dai colpi sferrati dalla truppa di Massimiliano Favo.

Nella ripresa arriva subito il tris firmato ancora una volta da uno straripante Camarda, che di fatto chiude anzitempo i giochi. L’attaccante del Milan non riesce a portare a casa il titolo di capocannoniere della competizione, fermandosi a -1 dal portoghese Mora. Ma ciò che più contava era sollevare il trofeo continentale centrando quella che per gli azzurrini è una vera e propria impresa. In attesa di capire ciò che faranno i big di Luciano Spalletti, il messaggio più importante lo inviano i giovani salendo sul tetto del continente a suon di prestazioni e giocate da applausi.

I top e flop dell’Italia

Camarda 9 La vetrina l’ha sfruttata appieno. Segna due gol da grande centravanti, il Milan deve affrettare i tempi per blindarlo. Cama 7,5 Sul tabellino non finisce il suo nome, ma risulta determinante ai fini del risultato. Coletta 7,5 Con la sua incornata sblocca il match. Non sbaglia quasi nulla. Cama 6 Nell’uno contro uno soffre spesso gli spunti di Quenda. [iol_placeholder type=”social_twitter” url=”https://twitter.com/Azzurri/status/1798435443039752227″ profile_id=”Azzurri” tweet_id=”1798435443039752227″/]

I top e flop del Portogallo

Rodrigo Mora 6,5 Accende la luce nella sua squadra. Quenda 6,5 Veloce e tecnico. È lui a creare maggiori pericoli agli Azzurri. Rafael Mota-Rui Silva 5 Coppia centrale rivedibile oggi per i lusitani.

Italia-Portogallo: il tabellino del match

Marcatori: 7′ Coletta (I), 16′ Camarda (I), 50′ Camarda (I)

Italia (4-3-1-2): Pessina; Cama (79′ Lauricella), Natali, Verde, Benjamin; Di Nunzio (70′ Garofalo), Sala (79′ Lontani), Coletta; Liberali (70′ Mantini); Mosconi, Camarda (90′ Campaniello). A disp. Nunziante, Ballo, Nardin, Orlandi. All. Massimiliano Favo.

Portogallo (4-3-3): Diogo Ferreira; Martim Cunha, Rafael Mota, Rui Silva, Edgar Mota; Joao Simoes (63′ Tiago Ferreira), Eduardo Felicissimo (71′ Daiber), Rodrigo Mora; Eduardo Fernandes (63′ Varela), Gabriel Silva (63′ Patrao), Quenda (71′ Quenda). A disp. Gouveia, Soares, Sousa, Meireles. All. Joao Santos.

Ammoniti: Rui Silva (P), Sala (I), Camarda (I), Mantini (I), Edgar Mota (P), Mosconi (I)

Arbitro: sig. Radoslav Gidzhenov (BUL)

Assistenti: sig. Petar Mitrev (BUL), sig. Kyriakos Sokratous (CYP)

Quarto uomo: sig. Menelaos Antoniou (CYP)