Il futuro di Carlos Sainz resta tutto da scrivere. Il pilota della Ferrari prova a concentrarsi unicamente sulla sua stagione alla Ferrari e a Montecarlo vuole provare a mettere su un’altra prestazione di alto livello anche per dare maggiori chance alla sua candidatura in vista della prossima stagione.

Carlos Sainz tra Sauber e Williams Mercedes e Red Bull chiudono le porte Sainz pensa solo a Montecarlo

Carlos Sainz tra Sauber e Williams

Negli ultimi giorni Carlos Sainz si era avvicinato e sensibilmente alla Sauber. Nella giornata di ieri il Corriere dello Sport si era ormai sbilanciato sulla scelta dello spagnolo sostenendo che l’accordo era ormai a un passo e che le altre proposte erano già state rifiutate. Ma il mercato segue logiche del tutto imprevedibili e nelle ultime ore è avvenuto quello che sembra l’ennesimo ribaltone. La proposta Sauber resta tra quelle più allettanti anche in considerazione del fatto che tra due anni dovrebbe subentrare l’Audi al suo posto con ambizioni di alto livello.

Ma come segnalano gli esperti di radio mercato, la Williams non è una soluzione da scartare. La proposta della scuderia inglese resta molto allettante, anzi forse in considerazione del pacchetto a disposizione della prossima stagione potrebbe essere anche quello migliore. Lo spagnolo cerca una soluzione a medio-lungo termine e non solo un contratto annuale.

Mercedes e Red Bull chiudono le porte

Dopo l’addio anticipato alla Ferrari e i risultati di inizio stagione, Carlos Sainz sperava forse in una chiamata dall’alto…della classifica. La Red Bull deve ancora sciogliere il dubbio Sergio Perez anche se i risultati di questa prima parte della stagione sembrano giocare a favore del messicano che nella prossima stagione potrebbe rimanere nella scuderia di Milton Keys. Discorso diverso invece per quanto riguarda la Mercedes che dopo l’addio di Lewis Hamilton potrebbe aprire a un progetto votato al futuro con Kimi Antonelli che sembra l’indiziato numero uno per un volante.

Sainz pensa solo a Montecarlo

Carlos Sainz però di futuro non vuole parlare se non quello che riguarda i suoi impegni in pista. A Montecarlo è cominciato un altro importante fine settimana per la Formula 1 con lo spagnolo che vuole fare bene con la Ferrari e si concentra solo sulla gara: “Qui tutti i team possono coltivare ambizioni di vittoria. Credo che dipenderà da chi si adatterà meglio a questo circuito. Le qualifiche saranno fondamentali, con un giro top al sabato si apre la possibilità di vincere la gara”. Ma un piccolo segnale lo lancia: “Montecarlo è forse l’ultima pista dove il pilota può fare la differenza”.