A riposo dopo il discusso arbitraggio in Milan-Atalanta, Daniele Orsato era tornato in A al Maradona tra Napoli e Torino senza brillare. Considerato il n.1 in Italia ma anche prossimo designatore arbitrale quando avrà appeso il fischietto al chiodo, vediamo come se l’è cavata ieri allo Stirpe.

I precedenti di Orsato con Frosinone e Bologna L’arbitro ha ammonito 4 giocatori Frosinone-Bologna, i casi da moviola

I precedenti di Orsato con Frosinone e Bologna

Orsato aveva diretto 12 partite dei canarini con un bilancio di due vittorie, sette pareggi e tre sconfitte. L’ultimo precedente risaliva alla gara interna contro l’Empoli pareggiata per 3-3 nella stagione 2018-2019. Con il Bologna 28 precedenti con 14 vittorie, 7 pareggi e 7 sconfitte.

L’arbitro ha ammonito 4 giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Carbone e Giallatini con IV uomo Collu, Valeri al VAR e Meraviglia all’Avar, l’arbitro ha ammonito 4 giocatori: 11’ pt Saelemaekers (B), 43’ pt Romagnoli (F), 26’ st Kristiansen (B), 44’ st Lykogiannis (B); recuperi: 1’ pt; 4’ st.

Frosinone-Bologna, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Al 52’ va a terra Mazzitelli dopo un colpo alla testa: Orsato – a differenza di quanto fatto da Massimi ieri in Milan-Lecce – ferma immediatamente il gioco, lo stesso giocatore fa poi segno all’arbitro di poter continuare. Al 55’ spinta da dietro di Romagnoli su Aebischer che cade in area e chiede il rigore ma l’arbitro fa continuare: il rigore ci poteva stare.

Al 79′ Lirola pesca Seck in area, altra chiusura di Lucumi: la punta lamenta un contatto, Orsato dice che si puó continuare, all’85’ contatto Ndoye – Zortea, Orsato fischia ma per indicare il fuorigioco dell’esterno. In generale Orsato ha utilizzato un metodo all’inglese in Frosinone-Bologna, fischiando poco e lasciando giocare molto.