Seconda vittoria per Jonathan Milan, che dopo Andora trionfa anche a Francavilla al Mare mettendosi alle spalle Karen Groves e Giovanni Lombardi al termine di una volta combattuta e nervosa, contraddistinta anche una brutta caduta – per fortuna senza conseguenze – che ha coinvolto anche Fabio Jakobsen.

Uijtdebroeks si ritira, Tiberi nuova maglia bianca Tappa 11, la volata esalta Milan Giro d’Italia, tappa 11: ordine d’arrivo e classifica Giro d’Italia, domani Martinsicuro-Fano

Uijtdebroeks si ritira, Tiberi nuova maglia bianca

Altro ritiro per la Visma Lease a Bike, che – dopo Olav Kooij, Cristophe Laporte e Robert Gesink – deve rinunciare anche al proprio capitano Cian Uijtdebroeks all’alba dell’undicesima tappa per un problema alle vie respiratorie e febbre. Ad annunciare il ritiro dell’olandese è stato il team sui propri canali social: “Il Giro dovrà proseguire senza il più grande sorriso del gruppo. Siamo dispiaciuti di dover annunciare che Cian Uijtdebroeks è obbligato ad abbandonare la corsa. Cian non si sentiva bene già nei giorni passati e dopo la tappa di ieri si è sentito male. Gli auguriamo una pronta guarigione”.

Con il ritiro di Uijtdebroeks il nuovo leader della classifica giovani – e conseguente maglia bianca – diventa quindi il corridore della Bahrain Victorious Antonio Tiberi, il quale ha un vantaggio di 56” su Filippo Zana.

Tappa 11, la volata esalta Milan

Dall’inizio fino agli ultimi 35 km la tappa è stata contraddistinta da una lunga fuga a tre condotta da Affini, Van Dijke e Champion per poi fare spazio ai velocisti, con un iniziale tentativo di fuga di Piccolo ai 15 km che viene subito sventato dal gruppo. Ultima parte con i corridori che hanno raggiunto velocità altissime (75 km/h) grazie al vento favorevole, diventato poi contrario a 3 km dalla fine dopo un’inversione a “U”.

Negli ultimi 3 km si è visto nel gruppetto di testa anche il leader della classifica generale Pogacar, che poi ha lasciato spazio agli altri corridori per non correre rischi, come la caduta a 400 m dalla fine che ha coinvolto senza conseguenze Jakobsen, Andresen e Biermans. Alla fine a spuntarla al termine di uno sprint incredibile è stato Milan davanti a Merlier (poi declassato per manovra irregolare), Groves e all’altro italiano Leonardi (sul podio proprio grazie al declassamento del belga).

Rivivi le emozioni dell’undicesima tappa.

Giro d’Italia, tappa 11: ordine d’arrivo e classifica

L’ordine d’arrivo dell’undicesima tappa del Giro:

Milan (ITA) in 4h23’18” Groves (AUS) s.t. Leonardi (ITA) s.t. Pithie (AUS) s.t. Molano (COL) s.t. Van Poppel (NED) s.t. Gaviria (COL) s.t. Bauhaus (GER) s.t. Aniolkowski (POL) s.t. Zanoncello (ITA) s.t.

Questi i primi 5 in classifica generale (qui la classifica)

Pogacar (SLO) in 41h9’26” Martinez (COL) a 2’40” Thomas (GAL) a 2’56” O’Connor (AUS) a 3’39” Tiberi (ITA) a 4’27”

Giro d’Italia, domani Martinsicuro-Fano

Domani i corridori il Giro continua con la dodicesima tappa la Martinsicuro-Fano, classicficata tre stelle di difficoltà, lunga 193 km e con un dislivello di 2100 metri. Il percorso, che dall’Abruzzo entrerà nelle Marche, si apre con i primi 50 km pianeggianti, terminati i quali inizia la fase contraddistinta da brevi strappi e muri, per un totale di dieci saliscendi.