Vinta la quindicesima Champions League della propria storia, il Real Madrid è già pronto a guardare al futuro e ai prossimi trofei da conquistare. L’ultimo successo, ottenuto ieri a spese del Borussia Dortmund, dà la possibilità ai Blancos di poter disputare anche Coppa Intercontinentale e Supercoppa Europea. Insomma, c’è il rischio – il campo ci dirà se e quanto concreto – che il club spagnolo debba fare ancora un po’ di spazio nella propria sala trofei già gremita. Andiamo a vedere, intanto, data e sede delle manifestazioni cui abbiamo fatto cenno.

Il ritorno dell’Intercontinentale: ecco la formula del torneo Quando si gioca l’Intercontinentale Supercoppa Europea: l’Atalanta sfida il Real

Il ritorno dell’Intercontinentale: ecco la formula del torneo

No, non è un articolo del 2004. La Coppa Intercontinentale, soppressa proprio in quell’anno col Porto ultimo club a conquistarla, è pronta a fare ritorno come già annunciato dalla FIFA. Di sicuro la giocherà il Real Madrid, campione d’Europa così come parteciperanno alla competizione la vincitrice della Copa Libertadores e i campioni continentali di Centro-Nord America, Oceania, Asia e Africa. Le compagini degli altri continenti si affronteranno in due turni a eliminazione diretta e chi avrà la meglio sfiderà i Blancos in finale.

Quando si gioca l’Intercontinentale

Il torneo verrà giocato nel mese di dicembre con calendario e location ancora da definire con precisione. Ciò che sappiamo, in questo momento, è che oltre al già citato Real Madrid prenderà parte alla prestigiosa manifestazione – rispolverata dalla FIFA – pure l’Auckland City (campione d’Oceania). La finale dell’evento è prevista per il giorno 18 dicembre: fondamentalmente si tratta dello stesso arco temporale occupato dal Mondiale per Club che, come si sa, ha cambiato formula e dal prossimo anno si giocherà in estate.

Supercoppa Europea: l’Atalanta sfida il Real

Poi c’è la Supercoppa Europea che si giocherà a Varsavia il prossimo 14 agosto. Il Real Madrid affronterà in gara secca l’Atalanta di Gian Piero Gasperini che ha vinto l’Europa League. Se ricorderete, il tecnico della Dea aveva espresso la sua preferenza proprio per la formazione guidata da Carletto Ancelotti per una questione di prestigio dell’evento. Richiesta accolta, con la speranza che gli orobici riescano a far bella figura anche al cospetto delle grandi stelle che un tempo venivano definite Galacticos. Sicuramente sarà un bello spettacolo.