Quattordici punti di vantaggio sul Milan a otto dalla fine: dopo il 2-0 all’Empoli l’Inter è sempre più vicina al ventesimo scudetto della sua storia. A sorpresa, nel post partita, Simone Inzaghi non si presenta davanti alle telecamere per le consuete interviste: al suo posto il vice Massimiliano Farris.

Inter-Empoli 2-0, Inzaghi dà forfait: che cosa è successo al tecnico Inter, Acerbi in campo dal primo minuto: la spiegazione Lautaro ancora a secco. Ma la forma del capitano non preoccupa

Inter-Empoli 2-0, Inzaghi dà forfait: che cosa è successo al tecnico

I tre punti conquistati contro l’Empoli che avvicinano in maniera importante l’Inter alla seconda stella sono stati sudati. Già, partenza sprint col super gol di Dimarco, poi la luce si è un po’ spenta, prima del sigillo nel finale di Sanchez. Simone Inzaghi, che è uno di quei tecnici che non si risparmia mai nell’arco dei novanta – più recupero – minuti, è stato costretto a lasciare spazio al vice Massimiliano Farris perché rimasto senza voce. Afono, come già gli è capitato in passato. Sin dai tempi della Lazio capitava che a volte non potesse parlare, perché è un problema di cui soffre e che rischia di presentarsi soprattutto quando ci sono più partite ravvicinate. Questa volta è capitato dopo la sosta. Nessun allarme, però: Inzaghi tornerà a farsi sentire già dal prossimo match.

Inter, Acerbi in campo dal primo minuto: la spiegazione

Dopo il polverone che si è sollevato sul caso Acerbi-Juan Jesus e la conseguente assoluzione del nerazzurro da parte del giudice sportivo, il difensore è partito nell’undici titolare. “C’è stato un bel tumulto, abbiamo aspettato il suo rientro per parlare – ha spiegato ai microfoni di Dazn Farris -. Quando ci ha detto che non ha pronunciato frasi razziste, ci siamo schierati al suo fianco. Tra l’altro conosco Francesco fin dai tempi della Lazio e so che è un bravissimo ragazzo e per niente razzista. Spero che l’episodio sia chiuso e che si torni a parlare solo di calcio”.

Lautaro ancora a secco. Ma la forma del capitano non preoccupa

Tornato al gol con la nazionale argentina, Lautaro è rimasto di nuovo a secco con l’Inter. Quattro gare senza segnare: una notizia. Ma Farris non fa drammi. “Veniva dalla trasferta più lunga in aereo ed è l’ultimo rientrato in ordine di tempo. È un vero capitano nello spogliatoio. Ci sta che possa avere una o due partite di appannamento. Ma aggiungo che il lavoro che fanno lui, Thuram, ma anche Arnautovic e Sanchez, ci dà un grandissimo aiuto in fase di non possesso e ci mette nelle condizioni di segnare”.